Tremonti: nessun nero e nessuna irregolaritą. Il ministro confessa gli errori ma nega ogni illecito

stampa | chiudi

29 Luglio 2011  Scritto da: Redazione


<p>Il ministro Tremonti ammette nel quotidiano Repubblica di aver commesso alcuni errori di giudizio durante la nota vicenda: &laquo;Lo riconosco. Ho fatto una stupidata. E di questo mi rammarico e mi assumo tutte le responsabilit&agrave;&raquo;, dice il ministro. &laquo;In quella casa non ci sono andato per banale leggerezza - aggiunge il ministro - Il fatto &egrave; che prima ero in caserma ma non mi sentivo pi&ugrave; tranquillo&raquo;.</p> <p>Tremonti precisa che nel suo lavoro si sentiva &laquo;spiato, controllato, pedinato&raquo;. Da qui la decisione di accettare la proposta di Milanese. Tremonti, per&ograve;, respinge le accuse di evasione fiscale. &laquo;Chi parla di evasione fiscale - prosegue - &egrave; in malafede. Questa accusa non la posso accettare. Sono in grado di&nbsp;dimostrare in modo tecnicamente indiscutibile l'assoluta regolarit&agrave; del mio comportamento e del mio contributo alle spese di quell'affitto&raquo;.&nbsp;</p> <p>la redazione</p>