No alla detassazione sui contratti integrativi da Sacconi

stampa | chiudi

26 Agosto 2009  Scritto da: Redazione


<p>Il ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, dice no alla richiesta di Cisl e Uil di azzerare l tasse sui contratti integrativi. Il ministro aveva rilanciato sulla questione contrattuale: salari differenziati gi&agrave; dai prossimi contratti oppure stop agli sgravi per la parte variabile delle retribuzioni. Il fronte sindacale, che resta diviso, aveva risposto chiedendo con Cisl e Uil l'azzeramento delle tasse sulla contrattazione di secondo livello. <br /> <br /> &laquo;I sogni sono sempre leciti per&ograve; poi ci si misura con la concretezza della finanza pubblica&raquo;, ha detto oggi Sacconi, respingendo in sostanza al mittente la richiesta di &laquo;zero tasse&raquo; sulla contrattazione territoriale e aziendale avanzata dai leader di Cisl e Uil. &laquo;Credo che sia importante confermare la detassazione del 10%&raquo; gi&agrave; prevista, ha poi aggiunto. <br /> &nbsp;</p> <p>la redazione</p> <p><a href="http://www.finanzaediritto.it">www.finanzaediritto.it</a></p>