Mediatore culturale e lavoro. Tutto sul mediatore culturale sbocchi nel mercato del lavoro

stampa | chiudi

19 Maggio 2009  Scritto da: Redazione


<p>I&nbsp;professionisti sarebbero gi&agrave; migliaia in Italia ma &egrave; difficile quantificarli. Manca infatti un riconoscimento, un albo e una standardizzazione del percorso formativo.</p> <p>Oltre alla conoscenza dei diversi idiomi devono garantire imparzialit&agrave; e favorire la tolleranza reciproca prevenendo gli eventuali conflitti e facilitando la comunicazione e integrazione.</p> <p>I&nbsp;mediatori culturali sono richiesti nei settori pubblici e del privato sociale: questure, carceri, ospedali, Ong ma anche in banche e imprese.</p> <p>Indirizzi utili:</p> <p>Cies: <a href="http://www.cies.it">www.cies.it</a></p> <p>registro mediatori interculturali di Roma: <a href="http://www.programmaintegra.it">www.programmaintegra.it</a></p> <p>Casa di carit&agrave; arti e mestieri: <a href="http://www.casadicarita.it">www.casadicarita.it</a></p> <p>Universita per stranieri di Siena: <a href="http://www.unistrasi.it">www.unistrasi.it</a></p> <p>&nbsp;</p>