ANTIRICICLAGGIO, DALLA TEORIA ALLA PRATICA. Workshop per i professionisti a Roma il 17 ottobre

stampa | chiudi

14 Ottobre 2014  Scritto da: Redazione


Alavie, la prima società italiana strutturata per offrire la gestione completa della conformità normativa a professionisti ed aziende, organizza in collaborazione con l’Associazione Nazionale Commercialisti e l’Associazione Sindacale dei Commercialisti del Lazio il workshop “Antiriciclaggio, dalla teoria alla pratica”.
L’appuntamento per tutti i commercialisti del Lazio è il 17 ottobre dalle ore 14,00 presso il Centro Congressi Cavour, in Via Cavour 50/a - Roma.
Sarà l’occasione per approfondire in dettaglio e chiarire tutti gli aspetti di una normativa controversa e molto dibattuta dai professionisti fiscali, entrando nel merito delle competenze e dell’organizzazione degli studi professionali.
Proprio per il carattere didattico, oltre che pratico, l’iniziativa è  valida per il riconoscimento di crediti formativi ai professionisti che parteciperanno.

IL PROGRAMMA
L’intervento del Presidente dell’Associazione Sindacale Commercialisti Lazio, Claudio Zambotto, aprirà la prima parte del workshop, alle 14.30.
Stefano Germagnoli, General Manager di Alavie, approfondirà quindi la normativa Antiriciclaggio, entrando nel dettaglio degli obblighi pratici e delle soluzioni volte ad agevolare l’attività degli studi professionali.

Nella seconda parte del pomeriggio, dalle ore 16.00, Angelica Zoia, Executive Compliance Manager di Alavie, accompagnerà i professionisti in un percorso di verifica pratica “in tempo reale”, che consentirà loro la valutazione del proprio livello di adeguamento normativo. Gli esperti Alavie forniranno inoltre un’analisi puntuale e personalizzata dello “stato dell’arte” della compliance in tema di Antiriciclaggio a ciascun partecipante al workshop, volta a prendere atto e a migliorare le competenze di studio, oltre che ad incrementare l’efficienza nell’operatività quotidiana.

E’ sempre più alta l’attenzione agli adempimenti antiriciclaggio da parte delle istituzioni; tuttavia gli studi professionali ancora faticano ad allinearsi ai requisiti richiesti dalla normativa, anche a causa del continuo mutare degli scenari e delle priorità imposte dal legislatore. Un’indagine condotta da Alavie su un panel di 600 consulenti fiscali e tributari nel corso degli ultimi mesi del 2013 evidenzia che i professionisti non investono a sufficienza in formazione e solo in pochi casi si dotano di procedure di controllo.
Nel dettaglio, il 40% dei consulenti fiscali e tributari interpellati afferma che il proprio studio dedica una giornata all’anno alla formazione in materia di antiriciclaggio. Il 31% vi dedica meno di una giornata al mese;  il 3,3% arriva a due giornate al mese.