"IL FUTURO DEI PROFESSIONISTI E' NELLA SEMPLIFICAZIONE": VITO ZICCARDI A MARGINE DEL CONVEGNO DELL'ASSOCIAZIONE NAZIONALE COMMERCIALISTI

stampa | chiudi

3 Ottobre 2014  Scritto da: Redazione


“Siamo consapevoli che gli adempimenti di legge per i professionisti fiscali e tributari sono particolarmente impegnativi, soprattutto in materia di antiriciclaggio. Il rischio è che gran parte delle attività e delle risorse degli studi siano impegnate ad esaurire gli obblighi burocratici, a discapito delle attività inerenti ai clienti”, afferma Vito Ziccardi, amministratore delegato di Alavie.

Nel recente Rapporto 2013 di Bankitalia emerge che solo il 4% delle segnalazioni complessive di operazioni sospette arriva dai professionisti. “Significa che c’è ancora tanto lavoro da fare, e crediamo che la chiave di volta sia nella semplificazione”, prosegue Ziccardi.

“Secondo un’indagine  che abbiamo recentemente condotto, nel nostro Paese manca ancora una cultura della formazione continua tra i professionisti: il 75% di essi ha dichiarato di non fare formazione e solo il 3%  adotta, per esempio, misure di controllo in tema di antiriciclaggio. Il riscontro del Convegno di oggi ci incoraggia a pensare che questa tendenza possa essere modificata”, conclude Ziccardi.