IL TFR, IL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO NEL 2012 E NEL 2013. DEFINIZIONE E CARATTERISTICHE

stampa | chiudi

25 Dicembre 2011  Scritto da: Redazione


<p>&nbsp;Il TFR &egrave; un emolumento accantonato dal datore di lavoro e corrisposto al lavoratore in ogni caso di cessazione del rapporto di lavoro.</p> <p class="MsoNormal"><o:p>&nbsp;</o:p></p> <p class="MsoNormal">Ha carattere retributivo con funzione previdenziale costituendo quella parte della retribuzione, la cui corresponsione &egrave; generalmente differita alla cessazione del rapporto di lavoro, per aiutare il lavoratore a superare la difficile fase della cessazione del rapporto di lavoro.</p> <p class="MsoNormal"><o:p>&nbsp;</o:p></p> <p class="MsoNormal">La quota di retribuzione del TFR si ottiene dividendo la retribuzione annua per 13,5.</p> <p class="MsoNormal"><o:p>&nbsp;</o:p></p> <p class="MsoNormal">L&rsquo;anticipazione del tfr &egrave; un diritto per il lavoratore con almeno 8 anni di servizio presso lo stesso datore di lavoro ed &egrave; consentito solo in casi disciplinati.</p> <p class="MsoNormal"><o:p>&nbsp;</o:p></p> <p class="MsoNormal">Con la riforma del TFR il TFR pu&ograve; essere utilizzato per finanziare la previdenza complementare, se il lavoratore sceglie di destinare una quota del trattamento ad un fondo pensione.</p> <p class="MsoNormal"><o:p>&nbsp;</o:p></p> <p class="MsoNormal">Per approfondimenti sul<u> <a href="http://www.finanzaediritto.it/">TFR</a></u></p> <p class="MsoNormal"><o:p>&nbsp;</o:p></p> <p class="MsoNormal">Per iscriversi alla nostra <a href="http://www.finanzaediritto.it/registration.php">newsletter</a> settimanale gratuita sull&rsquo;argomento in esame</p> <p class="MsoNormal"><o:p>&nbsp;</o:p></p> <p class="MsoNormal">La redazione</p>