corporatecounsel
FinanzaeDiritto sui social network
19 Novembre 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




Lotta all'evasione: sotto controllo gli affitti e i contratti di leasing

20 Ottobre 2011 - Autore: Imprendere


Il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 5 agosto scorso ha imposto l’invio, entro il 31 dicembre 2011, dei dati relativi a contratti di locazione finanziaria e operativa in essere nel biennio 2009-2010. Sono rilevanti, ai fini della comunicazione, tutti i negozi giuridici aventi ad oggetto – tra gli altri – autovetture, imbarcazioni, aeromobili, immobili, beni strumentali diversi.

Con il comunicato stampa del 26 settembre scorso l’agenzia delle Entrate, inoltre, ha esteso l’obbligo anche alle società commerciali (non finanziarie) che svolgono attività di mera locazione o di noleggio, di beni mobili e immobili, ma si attende un chiarimento sui soggetti effettivamente interessati dall’adempimento.

Gli elenchi sono alternativi allo spesometro disciplinato dall’articolo 21 del decreto legge n. 78/2010.

La comunicazione dovrà essere inviata, esclusivamente tramite Entratel o Fisconline, con cadenza annuale, trasmettendo i dati entro il 30 giugno dell’anno successivo. Per i contratti in essere nel 2011, pertanto, gli elenchi andranno presentati entro il 30 giugno 2012.

L’Agenzia ha inoltre chiarito il 19 ottobre scorso, in occasione del convegno dell’Associazione Finanziarie Italiane (Afin), che gli immobili in locazione non finanziaria non rientrano tra quelli per i quali è dovuta la comunicazione obbligatoria da fornire al Fisco.

Inoltre, come ha precisato Patrizia Renella, della Direzione Centrale Accertamento, non sono tenute alla comunicazione da inviare entro la fine dell’anno le società di leasing che hanno già risposto al questionario, al fine di “evitare duplicazioni di adempimenti e possibili sovrapposizioni di dati, anche se la comunicazione potrebbe contenere alcuni dati in più rispetto al questionario”.

Resta il dubbio sulle cessioni di beni fatte nel 2010 che non rientrano nel questionario, per le quali sarebbe quindi obbligatoria la comunicazione.




            

Altri articoli scritti da Imprendere

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento












Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades