fxdemo
FinanzaeDiritto sui social network
25 Gennaio 2020  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




Servizi di Consulenza in outsourcing_Evoluzione degli Studi Professionali

28 Settembre 2011 - Autore: STUDIO DE PRISCO - Dott. Salvatore DE PRISCO


Servizi di Consulenza in outsourcing

L’ evoluzione dei piccoli e medi Studi Professionali.

Il ruolo dei piccoli e medi studi professionali a sostegno delle piccole e medie imprese e delle famiglie ha costituito recentemente l’argomento di una ricerca condotta a livello internazionale da IFAC (International Federation of Accountants). I risultati della ricerca hanno indicato le nuove sfide che dovranno affrontare i piccoli e medi studi professionali per continuare a crescere nell’attuale contesto competitivo.

I piccoli e medi studi professionali (Pms) non possono più limitarsi alle attività di contabilità e dichiarazioni dei redditi per far fronte ai costi che lo studio deve complessivamente sostenere. La ragione è semplice: le piccole e medie imprese – il tradizionale cliente degli studi professionali – necessitano di un’ampia gamma di competenze e servizi oltre a quelli di base fornite dal piccolo studio.

Nell’attuale quadro normativo, complesso ed in rapida evoluzione, le Pmi hanno bisogno che gli studi siano in grado di fornire loro servizi ci consulenza aziendale e finanziaria proattivi.

Le Pmi necessitano di una consulenza che le aiuti a formulare piani di gestione aziendale e previsioni finanziarie, ad identificare e gestire il rischio,  a gestire i propri risparmi, frutto di un duro lavoro, con oculatezza e serietà, e a valutare il business in genere. Gli studi professionali devono evolversi per fronteggiare queste esigenze sempre più diffuse se non vogliono veder diminuire clienti e profitti. La ricerca evidenzia,inoltre, che i commercialisti sono ancora la fonte di consulenza cui le Pmi ricorrono maggiormente. Essi infatti hanno solitamente una grande esperienza nel trattare con le piccole imprese e possono comprendere la limitatezza delle risorse a disposizione dei propri clienti e la necessità di offrire una consulenza a 360 gradi ad imprese e famiglie.

COSTRUIRE LA FIDUCIA

L’obiettivo è quella di fornire particolari servizi specialistici alle imprese e famiglie del territorio di riferimento ovvero per avere un riferimento tecnico nel proprio lavoro di base. Se il lavoro di base resta di notevole importanza per gli studi professionali – i servizi di contabilità e quelli relativi alla fiscalità sono centrali per gli studi a tutti i livelli – la competenza tecnica e la tempestività nella consegna dei lavori di base contribuiscono a costruire un rapporto di fiducia e portano solitamente a richieste di consulenza e di servizi che esulano da quei lavori di base.

Molte imprese o famiglie non richiedono alcuni servizi di consulenza al proprio commercialista perché non sono nemmeno a conoscenza di poter aver un certo tipo di consulenza (finanziamenti agevolati, finanziamenti e mutui, consulenza previdenziale, assicurativa, finanziaria e gestione del risparmio) dal proprio commercialista di fiducia.

I servizi di consulenza rappresentano un’ area di crescita fondamentale per gli studi professionali. Di conseguenza, se vogliono crescere e non solo sopravvivere, i piccoli e medi studi devono diversificare la propria offerta e concentrarsi su altre richieste di consulenza. Essi devono poter offrire, se non direttamente ma in “outsourcing”, servizi di consulenza che vadano al di là della tenuta della contabilità, della preparazione delle dichiarazioni di redditi e della revisione dei conti. In pratica non devono limitarsi a operare come esperti di contabilità, ma svolgere un ruolo di professionisti della conoscenza in modo che il cliente finale, sia esso impresa o privato, possa contare su un’ampia gamma di servizi e veder soddisfatto tutte le sue esigenze senza correre da un ente o ufficio diverso.

Quindi, come possono gli studi professionali superare l’inevitabile limitatezza delle risorse interne e fornire un ampio ventaglio di servizi ai propri clienti?

Due sono le soluzioni: aumentare le risorse umane che abbiano diverse competenze all’interno dello studio, con conseguente aumento dei costi del personale, gestione, formazione, organizzazione, etc.; oppure esternalizzare a studi o società specializzate quei servizi di consulenza non di base (consulenza in finanza agevolata ed aziendale, finanziamenti e mutui, gestione finanziaria, rapporti con le banche, consulenza previdenziale, assicurativa, finanziaria  e gestione del risparmio).

Affidarsi al nostro Studio offre molti potenziali vantaggi: innanzitutto costituisce una modalità efficace per soddisfare la crescente richiesta di servizi aggiuntivi domandata da imprese e famiglie. Offre, inoltre, la possibilità di acquisire nuovi clienti grazie all’ampio ventaglio di consulenza offerta e di guadagnare profitti extra senza nessun impegno aggiuntivo in quanto il professionista può contare sulla piena collaborazione con la nostra struttura.

 

LE MOTIVAZIONI PER CUI GLI STUDI PROFESSINALI DEVONO AFFIDARSI A NOI SONO:

Competenze. Elevata specializzazione e competenza in alcune materie importanti.

Fiducia. I servizi offerti ai clienti degli studi professionali consentono loro, inoltre, di dimostrare le loro competenze, guadagnando così fiducia anche dal punto di vista professionale.

Corrispondenza. La capacità dello studio professionale di rispondere prontamente alle esigenze delle imprese e delle famiglie è considerata fondamentale da questi. E’ considerata importante, quindi, da parte dei clienti avere a loro disposizione uno studio professionale che possa soddisfare pienamente tutte le loro esigenze.

 




            

Altri articoli scritti da STUDIO DE PRISCO - Dott. Salvatore DE PRISCO

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento











Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades