FinanzaeDiritto sui social network
21 Novembre 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




Il miracolo Apple

26 Luglio 2011 - Autore: Finanza In Chiaro


 Lunedì 25 luglio 2011 ore 12:53 a New York (le 18:53 in Italia) è un momento storico per la Apple Inc., sulla Borsa di New York, per la prima volta, una azione dell’azienda di Cupertino viene scambiata a 400 dollari.

Vediamo le tappe principali di questo successo che ha del miracoloso.

A Natale del 2003 l’azione vale 10 dollari, viene presentato l’iPod mini, è un grande successo.

E’ il 9 gennaio 2007, una data che resterà nella storia, al MacWorld Conference & Expo di San Francisco Steve Jobs presenta iPhone un apparecchio assolutamente rivoluzionario, è contemporaneamente un cellulare, un iPod ed un palmare.

Da quel giorno le persone non compreranno più un telefonino, ma un iPhone.

Jobs, in quella occasione, annuncia anche il cambiamento della denominazione aziendale la società ora aspira a diventare leader mondiale in tutti i campi, non si chiamerà più quindi Apple Computer Inc., ma semplicemente Apple Inc.

Il 26 aprile 2007 è un’altra data storica, volando sul successo di iPhone una azione  Apple Inc. viene scambiata alla Borsa di New York, per la prima volta nella propria storia a 100 dollari, sembra un traguardo insuperabile, non sarà così.

26 dicembre 2007 giorno di Santo Stefano, come da tradizione, però New York contratta, e sulle ali dell’enorme successo dell’iPhone un’azione Apple Inc. viene scambiata per la prima volta a 200 dollari.

Non c’è il tempo per festeggiare che si abbatte sui mercati internazionali il ciclone della crisi economica più grave dal 1929, tutto ebbe inizio con lo scoppio della bolla immobiliare, ma ben presto si tramuterà in una crisi finanziaria dalla proporzioni gigantesche.

Le quotazioni di Apple Inc. in soli due mesi, dal 26 dicembre 2007 al 26 febbraio 2008 arrivano quasi a dimezzarsi, passano da 200 dollari a 115 dollari.

La crisi imperversa sui mercati per tutto il 2008 ed ad inizio del 2009, il 20 gennaio, per la precisione, le quotazioni di Apple toccano un minimo relativo a 78,2 dollari, in poco più di un anno di crisi, quindi il valore del titolo aveva perso, sulla Borsa di New York oltre il 60% del proprio valore, ma da questo momento comincerà una nuova rinascita che ha del miracoloso.

Nel giugno del 2009 viene presentato il nuovo iPhone 3GS con sistema operativo 3.0 e i nuovi MacBookPro da 13’, 15’, e 17’ pollici.

Le quotazioni cominciano a risalire ad un ritmo impressionante, il 20 ottobre 2009 si torna nuovamente oltre i 200 dollari, un altro anno ed il 13 ottobre 2010 vengono superati anche i 300 dollari.

E siamo così arrivati ai giorni nostri.

Dallo scorso 20 giugno, giorno in cui il titolo ha quotato 310,5 dollari, in solo 24 sedute Apple Inc. è arrivato a toccare la fantasmagorica soglia dei 400 dollari, un guadagno del 71,17% in poco più di un mese.

Un miracolo.

Giancarlo Marcotti 




            

Altri articoli scritti da Finanza In Chiaro

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento












Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades