directa
FinanzaeDiritto sui social network
21 Novembre 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




Riscaldamento centralizzato in condominio: in attesa della riforma è già possibile ottenere il distacco

28 Marzo 2011 - Autore: BlogCondominio.com - Consulenza Legale Condominio


Il 26 gennaio scorso il Senato ha approvato a larga maggioranza il disegno di legge di riforma della norme sul condominio.

Il testo licenziato da Palazzo Madama, salvo sorprese dell’ultima ora, sembra destinato a superare indenne anche l’esame della Camera, così realizzando quel radicale aggiornamento della disciplina condominiale da tempo auspicato da giuristi e operatori del settore, con l’obiettivo di rendere più snella e trasparente la gestione condominiale, ridurre l'elevata litigiosità che si riscontra nella materia e deflazionare l'arretrato dei processi civili.

Tra le tante novità contenute nel disegno di riforma, va segnalata quella che riconoscerà ai condomini il diritto di distaccarsi dall’impianto centralizzato di riscaldamento o di condizionamento.

Il quarto comma del nuovo dell’art. 1118 c.c., infatti, intitolato “diritti dei partecipanti sulle parti comuni” dispone che:

“Il condomino può rinunciare all’utilizzo dell’impianto centralizzato di riscaldamento o di condizionamento, se dal suo distacco non derivano notevoli squilibri di funzionamento o aggravi di spesa per gli altri condomini. In tal caso il rinunziante resta tenuto a concorrere al pagamento delle sole spese di manutenzione straordinaria dell’impianto e per la sua conservazione e messa a norma”.

A ben vedere, però, la nuova disposizione non fa altro che tradurre in legge un principio di diritto già largamente affermato in giurisprudenza..... 

continua su www.blogcondominio.com

 




            

Altri articoli scritti da BlogCondominio.com - Consulenza Legale Condominio

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento












Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades