xm zero
FinanzaeDiritto sui social network
28 Gennaio 2020  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




IL DIRITTO DI OPZIONE

21 Luglio 2010 - Autore: THESIS


IL DIRITTO DI OPZIONE E' UNO FRA I PIU' RILEVANTI DIRITTI DEL SOCIO. IL NOSTRO ORDINAMENTO LO TUTELA, ED ANCHE IN MISURA INTENSA. POSSIAMO DEFINIRLO UN DIRITTO A MEZZO FRA QUELLO AMMINISTRATIVO E PATRIMONIALE. E' IL DIRITTO ALLA DIFESA DEL VALORE DELLA QUOTA PARTECIPATIVA, ED ANCHE ALL'ACCRESCIMENTO DI QUESTA. IL DIRITTO VIENE RICONOSCIUTO PRINCIPALMENTE NELL'AUMENTO REALE DI CAPITALE SOCIALE. SE I SOCI DELIBERANO UN AUMENTO DI CAPITALE, LE NUOVE AZIONI DEVONO ESSERE OFFERTE IN OPZIONE A TUTTI I SOCI IN PROPORZIONE ALLE LORO QUOTE PARTECIPATIVE. IN SUBORDINE E' OPERATIVO IL DIRITTO DI PRELAZIONE , NELL'IPOTESI DI QUOTE DI AUMENTO RIMASTE INOPTATE. IL DIRITTO DI OPZIONE VIENE, INOLTRE, RICONOSCIUTO IN TUTTI QUEI CASI DI RECESSO O DI DIRITTO DEL SOCIO A FAR ACQUISTARE LA PROPRIA QUOTA, DAL MOMENTO CHE TUTTI TALI CASI FANNO RINVIO ALL'ARTICOLO 2437 QUATER C.C., CHE DISCIPLINA IL PROCEDIMENTO DI LIQUIDAZIONE DELLA QUOTA IN CASO DI RECESSO. TALE PROCEDIMENTO PREVEDE L'OFFERTA IN OPZIONE AI SOCI, POI AI TERZI, ED INFINE VIENE PREVISTA LA POSSIBILITA', IN PRESENZA DI RISERVE DISPONIBILI, DI ACQUISTO DELLA QUOTA DA PARTE DELLA SOCIETA'. IL DIRITTO DI OPZIONE NON E', TUTTAVIA, ESCLUSIVO DEL SOCIO, MA E' ESTESO AL TITOLARE DI OBBLIGAZIONI CONVERTIBILI, IL QUALE, ANCHE SE NON HA CONVERTITO LA QUOTA OBBLIGAZIONARIA, HA IL DIRITTO DI OPZIONE IN CASO DI AUMENTO DI CAPITALE SOCIALE, NONCHE' IN TUTTI QUEI CASI (RECESSO O RISCATTO DELLA QUOTA) SOPRA ACCENNATI. IL DIRITTO DI OPZIONE E' ANCHE RICONOSCIUTO AL SOCIO IN CASO DI EMISSIONE DI OBBLIGAZIONI CONVERTIBILI IN AZIONI DELLA STESSA SOCIETA' EMITTENTE LE OBBLIGAZIONI. E LO STESSO DIRITTO DI OPZIONE E' RICONOSCIUTO AI TITOLARI DI OBBLIGAZIONI CONVERTIBILI PRECEDENTEMENTE EMESSE. IL DIRITTO DI OPZIONE PUO' ESSERE LIMITATO OD ESCLUSO IN CASO DI AUMENTO DI CAPITALE. IN TALE FATTISPECIE, VIENE AVVIATA UNA COMPLESSA PROCEDURA IN CARICO AGLI AMMINISTRATORI, AI QUALI COMPETE LA DETERMINAZIONE DEL PREZZO DI EMISSIONE, COMPRENSIVO DEL SOPRAPPREZZO DI AZIONI.LA DELIBERA DI AUMENTO DEL CAPITALE CON LIMITAZIONE O ESCLUSIONE DEL DIRITTO DI OPZIONE DEVE ESSERE PRESA CON QUORUM DELIBERATIVO RAFFORZATO : OLTRE IL 50% DEL CAPITALE SIA IN PRIMA CHE IN SECONDA CONVOCAZIONE, SALVI AUMENTI DI QUORUM STATUTARI. TUTTAVIA, SECONDO UNA PRONUNCIA NOTARILE, E' POSSIBILE, IN PRESENZA DI DECISIONE UNANIME DEI SOCI, SOPRASSEDERE ALLA COMPLESSA PROCEDURA, DI CUI E' FATTO CENNO PRIMA ED ANCHE ALL'APPLICAZIONE DEL SOPRAPPREZZO AZIONI. GIOVA NOTARE CHE LA PROCEDURA A PROTEZIONE DEL SOCIO E' LA STESSA SIA CHE SI LIMITI SIA CHE SI ESCLUDA IL DIRITTO DI OPZIONE.




            

Altri articoli scritti da THESIS

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento











Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades