BANDO REGIONE PIEMONTE INNOVAZIONE

13 Febbraio 2010 - Autore: CARAVATI PAGANI - Dottori Commercialisti Associati


NUOVO BANDO REGIONE PIEMONTE La Regione Piemonte mette a disposizione misure agevolative a favore delle micro-piccole imprese del territorio che realizzino interventi diretti all’innovazione dei processi produttivi. L’impresa potrà ricevere un finanziamento composto al 50% da fondi regionali a tasso zero (con un limite di 300.000= euro) sui costi ammissibili e per il restante 50% da risorse provenienti da un istituto bancario da essa prescelta. Le imprese che possono beneficiare delle agevolazioni sono quelle rientranti nei seguenti settori –Classificazione ATECO 2007- , ma limitatamente ad alcuni codici attività individuati dal bando regionale: B-ESTRAZIONE DI MINERALI DA CAVE E MINIERE, C-ATTIVITA’ MANIFATTURIERE, D-FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA, GAS, VAPORE E ARIA CONDIZIONATA, E-FORNITURA DI ACQUA, RETI FOGNARIE, ATTIVITA’ DI GESTIONE DEI RIFIUTI E RISANAMENTO, H-TRASPORTO E MAGAZZINAGGIO, J-SERVIZI DI INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE, M-ATTIVITA’ PROFESSIONALI, SCIENTIFICHE E TECNICHE. Spese ammissibili sono gli investimenti, avviati successi-vamente all’invio della domanda, che si sostanziano in: (a) acquisto di impianti, macchinari, attrezzature strumentali al progetto di innovazione; (b) servizi di consulenza (nel limite del 20% delle spese ammissibili); (c) acquisto di brevetti, di licenze, di know-how o di conoscenze tecniche non brevettate strumentali al progetto di innovazione (nella misura massima del 10% delle spese ammissibili). (d) Il costo complessivo del progetto di investimento non deve essere inferiore a € 50.000=. (e) Il programma/progetto di investimento non può avere durata superiore a 18 mesi dalla data di ammissione all’agevolazione. Il bando è operativo ed ha una dotazione di 30 milioni di euro. La procedura di presentazione è a sportello e le domande, redatte esclusivamente su apposito modello telematico connettendosi all’indirizzo www.regione.piemonte.it/industria/por/dwd/bando386.doc saranno esaminate nel rispetto dell’ordine cronologico di arrivo. Entro 5 giorni lavorativi successivi all’invio telematico, le domande dovranno essere confermate da originale cartaceo (con l’apposizione di una marca da bollo ogni 4 pagine), debitamente sottoscritto e completo degli allegati obbligatori, esclusivamente tramite raccomandata A/R, oppure tramite corriere espresso a Finpiemonte, Galleria San Federico n.54 – 10121 Torino. Si ricorda, infine, che il beneficiario, nei 5 anni successivi alla completa realizzazione dell’investimento, non può né alienare i beni acquistati o realizzati nell’ambito dell’investimento, né introdurre modifiche sostanziali agli stessi, tali da comportare un utilizzo sostanzialmente diverso dal quello per cui l’agevolazione viene concessa. Filippo Caravati - Studio CARAVATI | Dottori Commercialisti Associati.


            

Altri articoli scritti da CARAVATI PAGANI - Dottori Commercialisti Associati

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento












Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades