Confisca per equivalente. Censurate le ipotesi di applicazione retroattiva per le nuove misure contro l'evasione

12 Maggio 2009 - Autore: Studio Legale e Tributario Giommi


Secondo l'apprezzata ordinanza della Corte Costituzionale (97 del 2009) che, nel dichiarare infondata una questione di legittimità costituzionale, conferma importanti principi di diritto penale.

La confisca per equivalente, estesa dal parlamento anche ai reati tributari, non può essere applicata in via retroattiva in quanto non possono essere applicate le norme sulle misure di sicurezze bensì quelle delle sanzioni penali. Ciò è dimostrato dalla connotazione prevalentemente afflittiva dello strumento giuridico.

Si legge così nell'ordinanza che la confisca per equivalente è una sanzione penale, e come tale, insuscettibile di applicazione retroattiva, come affermato in un caso simile anche dalla Corte europea dei diritti dell'uomo e come radicato ex art. 25, comma 2 della Costituzione.

Studio legale Giommi

www.studiolegalegiommi.it  




            

Altri articoli scritti da Studio Legale e Tributario Giommi

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento












Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades