fxdemo
FinanzaeDiritto sui social network
12 Novembre 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




Elusione fiscale. Corte di cassazione, sentenza n. 8487 dell'8 aprile 2009. La prova dell'elusione fiscale spetta al contribuente

7 Maggio 2009 - Autore: Studio Legale e Tributario Giommi


La corte di cassazione con sentenza n. 8487 dell’8 aprile affronta il noto tema dell' abuso di diritto e normativa fiscale per quanto cocerne gli aspetti dell'elusione dell'imposta.

Secondo la Suprema Corte per l’elusione fiscale è sufficiente un uso improprio e ingiustificato di uno strumento giuridico legittimo che consenta però di eludere l’applicazione di un regime fiscale proprio dell’operazione presupposto d’imposta.

Tale figura può assumere sia  la forma di devianza sia quella dell’abuso di diritto positivo, nel quale vengono posti in essere una molteplicità di atti al solo fine di ottenere un risparmio fiscale. In questa discutibile interpretazione sarebbe sufficiente un solo atto inteso soltanto ad ottenere un risparmio fiscale e la prova spetterebbe al contribuente.
 

Se la Corte Costuzionale non avesse "chiuso per ferie" la "sezione tributaria" avremmo potuto almento auspicare un suo intervento per evitare interpretazioni che stravolgono i cardini dell'ordinamento e del vivere civile.

Studio Legale e Tributario Giommi

www.studiolegalegiommi.it

 




            

Altri articoli scritti da Studio Legale e Tributario Giommi

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento












Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades