directa
FinanzaeDiritto sui social network
21 Agosto 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




BUY OPPORTUNITY OTTAVA EDIZIONE

5 Aprile 2009 - Autore: Dott. Andrea GiampÓ

Buy opportunity del 05 aprile 2009

 

Prima che la crisi prendesse ulteriormente campo, molti gestori si attendevano che i paesi emergenti non fossero coinvolti. Abbiamo visto che non è stato così ed anche se la crisi è nata negli Stati Uniti si è poi propagata anche ai paesi asiatici e sudamericani. Una cosa è certa: i paesi dell’area Bric appaiono oggi molto più solidi rispetto alle precedenti crisi e rappresentano il 20% della capitalizzazione delle piazze mondiali. Come investire però in queste aree? Con “Buy opportunity” questa settimana abbiamo selezionato Schroder Bric, fondo a 4 stelle morningstar che ha ben figurato negli ultimi 3 anni. Il fondo come noto investe in azioni appartenenti a Brasile, Russia, India e Cina. Il fondo capitalizza oltre un miliardo di dollari ed è caratterizzato da un’elevata volatilità: da inizio anno guadagna oltre il 17%, ma è stato capace di perdere oltre il 25% in un trimestre. Schroder Bric ha un beta in linea con il benchmark e con la categoria ma mostra un alpha, vale a dire la capacità del gestore di creare valore, assai elevata. Nella tabella qui sotto elenchiamo le performance degli anni precedenti, riportando gli scostamenti rispetto al benchmark ed alla categoria:

 

 

 

2006

2007

2008

31-03/09

Fondo

 

37,40

39,31

-55,79

10,08

+/-Cat

 

19,16

14,75

-3,44

7,14

+/-Ind

 

19,17

13,60

-4,87

4,39

 

Il fondo è investito in modo consistente in America Latina ed Asia a discapito della Russia, paese sicuramente in maggiori difficoltà. Data l’alta volatilità, la sicav si presta anche all’investimento sotto forma di pac, l’orizzonte temporale dell’investimento è ovviamente lungo. Si pensi che molti analisti ritengono che ben presto (tra circa 30 anni) il Pil del Bric supererà quello del G7……………..

Ovviamente se inserire la sicav in portafoglio e per quale importo, dipenderà tutto dalla propensione al rischio dell’investitore.

 

 

 

Andrea Giampà TM

€uropean Financial Planner TM

 

 




            

Altri articoli scritti da Dott. Andrea GiampÓ

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento












Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades