FinanzaeDiritto sui social network
18 Febbraio 2020  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




Euro ancora in balia della Spagna e della Grecia

31 Ottobre 2012 - Autore: Decarolis Renato


Oggi si chiude ottobre, un mese fino a questo momento positivo per l’euro.

Alle quotazioni attuali, vicino a 1.30, la nostra moneta segna un rialzo superiore al punto percentuale sul dollaro.
E se confermata alla chiusura della sessione odierna, vedremo disegnata la terza candela consecutiva verde sul grafico mensile.

Prosegue quindi il recupero ed il rimbalzo dal minimo del 2012 toccato lo scorso luglio, nonostante gli attacchi delle ultime sedute a 1.29, con dei minimi intraday registrati appena sotto tale livello, il che fa pensare più ad una caccia agli stops, piuttosto che ad una seria volontà di perforazione di questa soglia psicologica.

Attenzione perché più in basso, prima a 1.28 e poi a 1.27, vi sono due supporti molto importanti, gli ultimi argini a difesa di questo mini trend rialzista.

Da un punto di vista politico-economico, siamo sempre in attesa delle solite notizie sulla crisi del debito provenienti dalla Spagna e dalla Grecia.

Per il Paese iberico, il primo ministro Rajoy, qualche ora fa, ha lasciato intendere che è necessario un aiuto economico da parte della UE per raggiungere gli obiettivi di bilancio.

Ed il mercato dimostra ancora una volta di apprezzare questa apertura verso un sostegno che appare fondamentale agli occhi della comunità internazionale, non per la popolazione spagnola, pronta a scendere nuovamente in piazza.

Ed è proprio questa divergenza di vedute che tiene Rajoy fermo da diverse settimane in una posizione di attesa nel prendere una decisione in un senso o nell’altro.

In Grecia, invece, si cerca di ricomporre la frattura interna al governo sulla riforma del lavoro richiesta dalla Troika, ma che uno dei partiti dell’attuale maggioranza, Sinistra Democratica, non vuole approvare.

Sarà interessante vedere come si comporterà oggi la coalizione di governo con la votazione della legge che apre le porte alla privatizzazione degli enti pubblici.

Si chiude quindi oggi ottobre ed inizia novembre, il mese in cui si spera si possano prendere delle decisioni positive per il bene della Unione Europea.

Tornando al cambio euro/dollaro, con il raggiungimento di 1.30 è stata chiusa con un profitto di 72 pips l’operazione Long su EURUSD del sistema presente nel PORTFOLIO DX+EFX+SP, una combinazione di strategie di trading diversificate su più mercati.

Per maggiori informazioni sul funzionamento di questo Portfolio di sistemi, vi invito a visitare il mio blog.




            

Altri articoli scritti da Decarolis Renato

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento











Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades