FinanzaeDiritto sui social network
20 Novembre 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




-Il Trading non è per tutti-

8 Settembre 2012 - Autore: Tradingshooter


Buongiorno,oggi vorrei parlare di un argomento che reputo molto importante per chi si avvicina al trading,dato che ormai lo vendono come se fosse frutta e verdura e che con 300 euro ne guadagni 1000 sotto una palma......

Uno dei problemi principali è che in molti si avvicinano al Trading senza alcuna conoscenza e competenza specifica, credendo che sia un modo facile e semplice " di fare soldi" chiamandolo ancora "gioco" pur essendo una complessa attività che implica fattori importantissimi:

1 - Conoscenza dei meccanismi che governano il funzionamento dei mercati finanziari e quindi un buon metodo a cui affidarsi.

2 - La gestione delle proprie emozioni, visto che è la componente emotiva a guidarci inconsciamente nelle scelte di investimento.

Purtroppo in parecchi libri raccontano con grande enfasi come incrementare il conto in banca in "facilità" per non parlare dei "professori scientifici" o dei "famosi guru" che organizzano a "ruota libera" corsi specializzati per diventare ricchi in una seduta o quasi...!

E' chiaro che chi si arricchisce è sicuramente chi li organizza ma non chi partecipa ai loro corsi.

Un VERO Trader vive di trading e non di corsi o da altre entrate passive. Questo va ben detto!


Guadagnare in borsa non è difficile, E' DIFFICILISSIMO.

Metodo, regole, disciplina e tanta umiltà sono le basi per riuscire ad avere QUALCHE POSSIBILITA' di successo.


Metodo
E’ assolutamente fondamentale avere un metodo,perchè il Trading è la ripetizione sistematica di un gesto tecnico.

Regole
Avere delle regole permette in momenti, a volte difficili,di prendere decisioni oggettive, senza che il cuore (ovvero le emozioni) dica la sua.

Disciplina
La disciplina non è altro che la capacità di mantenere l’equilibrio psicologico, controllando le emozioni.
In altre parole è la capacità di applicare le REGOLE,e quindi l’applicazione della tecnica con costanza e determinazione.


Umiltà
L’essere umili è il sapersi accontentare SENZA farsi coinvolgere dalle “emozioni negative”come l’avidità o il voler sempre di più!! Bisogna riuscire a fare “come una formichina”,ossia mettendo via poco alla volta per ritrovarsi poi una “sicurezza a lungo termine”



Un esempio classico è quando si apre una posizione, nulla di più facile, poco dopo scatta la PAURA, il PANICO, e non parliamo poi se o quando l’operazione va dalla parte opposta a quella desiderata... PANICO ASSOLUTO!!!


Qui scatta il classico errore: "Piuttosto che perdere mi faccio tagliare una mano!!"

Si è disposti a perdere all’infinito ma non a CHIUDERE UNA POSIZIONE IN PERDITA.

Nel Trading l’infallibilità non esiste, gli errori e le perdite (contenute dalle regole) fanno parte di quest’attività.

La percentuale di operazioni vincenti, rispetto alle perdenti, farà fare soldi, l’importante è che la somma “guadagnante sia superiore a quella persa.

Per questo: avere regole, metodo e disciplina sono fondamentali.

Sun Tzu (generale e filosofo cinese, vissuto probabilmente fra il VI e il V secolo a.C.) nel suo libro “L’arte della guerra” diceva:

" Se conosci te stesso e conosci l’avversario, vincerai sempre. "

" Se conosci solo te stesso, hai uguale probabilità di vincere e/o di perdere. "

" Se non conosci neanche te stesso, perderai sempre. "


Non esiste “l’operazione della vita”, ma esiste un continuo e costante incasso.

Non bisogna preoccuparsi delle perdite ma concentrarsi sul gesto tecnico per guadagnare ricordandosi che una profittabilità del solo 60% è sufficente per avere successo in Borsa,ed addirittura con il 45% lo si può essere;

l’importante è TAGLIARE LE PERDITE E LASCIAR CORRERE I GUADAGNI.

Per chi investe in borsa lo stato emotivo oscilla tra due fondamentali emozioni:

la PAURA el’AVIDITA’.
Solo l’equilibrio tra questi due fattori porta al traguardo. Chi lo taglia lo vince.

Marco Ciucci Trader
http://www.tradingshooter.it




            

Altri articoli scritti da Tradingshooter

Ultimi commenti degli utenti

ma i "trader" specultori, pagano le tasse e contributi inps come un impresa al pari di quelli che hanno una partita iva? a me non risulta.

8 Settembre 2012 ore 16:30:18 - andrea zennaro












Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades