ActivTraderApp
FinanzaeDiritto sui social network
18 Febbraio 2020  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




Vacilla l'euro/dollaro

2 Maggio 2012 - Autore: Decarolis Renato


Si è chiuso il primo mese con il segno meno in questo 2012 per l'euro/dollaro.
Non accadeva dal dicembre del 2011, quando l'EURUSD perse quasi il 4%.
Questa volta ad aprile il calo è stato più contenuto (-0.75%), grazie soprattutto alle parole di Bernanke di una settimana fa su un possibile nuovo QE in caso di peggioramento dell'economia USA.
Da allora il cambio ha navigato sulla rotta 1.32.
 
E nel mio articolo di venerdì scorso, scrivevo che questo temporaneo forte trend al rialzo dell'euro poteva essere messo in discussione soprattutto da notizie provenienti dalla Zona Euro.
Ed oggi abbiamo avuto diverse indicazioni negative sullo stato di salute del PMI manifatturierio di molti Paesi europei e la stessa super Germania, dove la disoccupazione ad aprile ha toccato il 6.8%, con 19 mila persone senza un lavoro contro una stima di -10 mila.
 
L'euro/dollaro ha accusato il colpo e poco fa ha aggiornato il minimo di giornata a 1.3134, ma come si può vedere dal grafico allegato, siamo ancora distanti dalla soglia di allerta a quota 1.3, dove il cambio è rimbalzato per ben 3 volte negli ultimi 3 mesi.
Non è stato neanche toccato il supporto dinamico che parte dal minimo dello scorso 16 gennaio a 1.2626.
 
Ma l'elemento che andrà ad influire pesantemente sull'andamento della nostra moneta è previsto per domenica prossima, con il voto in Francia, dove un'eventuale caduta di Sarkozy rischia di compromettere i già precari equilibri politici all'interno della UE.
Non a caso, la Merkel si sta adoperando da qualche giorno a rafforzare l'asse con il nostro Mario Monti.
 
E sempre domenica prossima, si vota in Grecia il nuovo parlamento.
Molto probabilmente sarà confermata la maggioranza attuale che sta portando avanti il programma di risanamento "imposto" dalla BCE e dal FMI.
Ma potete immaginare quali oscuri scenari potrebbero aprirsi in caso di sorprese dall'esito delle urne.
 



            

Altri articoli scritti da Decarolis Renato

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento











Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades