fxdemo
FinanzaeDiritto sui social network
14 Novembre 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




UNICREDIT GUADAGNA IL 5,46% E METTE LE MANI AVANTI SULLE BUONE USCITE

11 Aprile 2012 - Autore: Redazione


Se il titolo di Unicredit guadagna il 5,46% sull’onda del recupero degli altri bancari e dell’avvio positivo di Wall Street, l’istituto di Piazza Cordusio continua ad essere scosso da questioni interne.

Mentre si attende infatti il nome del nuovo Presidente che dovrebbe scaturire dall’incontro decisivo di domani, giovedì 12 aprile, cui sono chiamate anche le fondazioni, si cominciano a mettere le mani avanti sul fronte delle buone uscite.

Nel documento sulla politica retributiva di Gruppo del 2012 UniCredit afferma di voler mantenere un collegamento diretto tra la retribuzione dei top manager e la performance con compensi coerenti con la creazione di valore a lungo termine per gli stakeholder.

A tale riguardo, tra gli altri principi, l’istituto dichiara di voler «evitare pagamenti di fine rapporto eccedenti gli importi previsti da leggi e contratti collettivi localmente applicabili. In mancanza di tale normativa, i pagamenti di fine rapporto, oltre al periodo di preavviso, non dovranno eccedere 24 mensilità di retribuzione complessiva e dovrebbero essere modulati proporzionalmente alla durata della permanenza in servizio».

Inoltre, si chiede di «adottare una chiara strategia contro clausole cosiddette di ‘Golden parachutes’ e di 'Cambio di controllo’, intese a tutelare il top management in caso di cambiamenti di proprietà». Questo perchè  «si tratta di elementi che, oltre a esporre l'azienda a rischi reputazionali, risultano del tutto incoerenti con un efficace perseguimento degli obiettivi aziendali».




            

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento












Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades