FinanzaeDiritto sui social network
23 Luglio 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




Tim Albrecht, Responsabile azioni tedesche di Deutsche Asset & Wealth Management, presenta di seguito la sua visione sul mercato azionario tedesco.

24 Giugno 2013 - Autore: Redazione


“Molte aziende tedesche sono leader sul mercato mondiale in una varietà di industrie. Nonostante l’attuale crisi nella zona Euro, gli affari sono floridi in Nord America come nelle volatili economie emergenti. La situazione è positiva anche sul fronte interno dell'economia nazionale. La disoccupazione in Germania è molto più bassa rispetto alla media europea. La fiducia dei consumatori sta migliorando di mese in mese e anche il mercato immobiliare tedesco sta facendo notevoli progressi. Le aziende tedesche sono percepite come innovative, efficienti, solidamente finanziate, e i loro prodotti sono molto apprezzati dalla clientela internazionale. Le esportazioni tedesche rappresentano oggi oltre il 50% del totale della produzione economica e il prossimo anno promette una crescita ancor più dinamica.

Per tutte queste buone ragioni, le azioni tedesche rimangono la prima vera scelta per gli investitori. L'indice DAX è attualmente valutato a un moderato PER pari a 12. Si tratta di un valore ingiustificato in termini storici, così come nel confronto con altri mercati azionari globali. Si consideri, inoltre, che il rendimento medio dei dividendi delle 30 maggiori società tedesche è del 3,3%, notevolmente superiore al rendimento dell’1,51% offerto dai titoli di stato decennali. Le aziende tedesche di medie dimensioni sono un fattore economico potente, qualcosa che il resto del mondo desidererebbe ardentemente. Vale la pena considerare molte azioni tier-2 degli indici MDAX, TecDAX o SDAX come un investimento a lungo termine.

Quando l'economia dell'Eurozona si sarà stabilizzata, la ritrovata fiducia di molti investitori stranieri si rivolgerà ancora alle azioni tedesche. Non solo. Molti investitori istituzionali e privati ​​stanno attraversando una vera e propria emergenza di investimento a causa dei bassi tassi di interesse e dell’alta liquidità.

 

Di conseguenza, i fondi potranno progressivamente essere trasferiti dal mercato monetario e obbligazionario ai titoli azionari tedeschi di qualità. È solo una questione di tempo prima che il DAX raggiunga quota 9.000, anche se le correzioni di prezzo a breve termine sono possibili in qualsiasi momento. Queste sono semmai delle opportunità di acquisto supplementari”.

 




            

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento












Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades