FinanzaeDiritto sui social network
14 Novembre 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




SUCCESSO PER 'IL CANTON TICINO: UN'OPPORTUNITA' DA NON PERDERE', L'EVENTO ORGANIZZATO DA EDITRICE LE FONTI CON SEAL CONSULTING

2 Marzo 2012 - Autore: Redazione


Grande successo per il convegno «Canton Ticino: un’opportunità da non perdere» organizzato da Editrice Le Fonti con la collaborazione di Seal Consulting, società specializzata in  consulenza fiscale e societaria, domestica ed internazionale. Si è svolto ieri, giovedì 1° marzo al Grand Hotel Doria di Milano, l’incontro che mirava a far comprendere i vantaggi di investire nel vicino cantone svizzero. In un periodo in cui gli effetti del decreto Salva-Italia, sulle liberalizzazioni e le disposizioni europee cominciano a farsi sentire, per molti imprenditori e commercialisti la piazza di Lugano potrebbe rappresentare una valida alternativa. Sempre nell’ottica della massima trasparenza. Il relatore Gianluca Catani, Head of Tax & TEP di Seal Consulting ha puntato molto su questo concetto nei suoi interventi. «Il Canton Ticino è una “win win location” inserita in un Paese come la Svizzera in “AAA” – ha spiegato -. Ci sono almeno otto buoni motivi che rendono il Cantone una location interessante in cui poter investire: l’alta produttività combinata con elevata offerta di prodotti e servizi, un governo sensibile agli investitori in un Paese a tassazione modesta, la stabilità valutaria e dei prezzi, le infrastrutture di primo ordine, l’efficiente mercato dei capitali e l’elevata professionalità del sistema bancario, il sistema garante di un’eccellente formazione universitaria e professionale nonché università rinomate a livello mondiale per la ricerca e lo sviluppo, la stabilità politica e l’armonia sociale». Catani ha inoltre illustrato le opportunità di investimento e le modalità di insediamento, attraverso anche casi di studio.

Ha cercato di sfatare alcuni falsi miti, a partire dalle famigerate black lists e ha sviscerato la questione dell’imposizione fiscale, diretta ed indiretta, avvalendosi di chiari esempi e case study non senza riferimenti alla propria esperienza personale di marchigiano di adozione professionale milanese e trapiantato ora in terra elvetica. È stato invece compito di Francesco Corabi, Fiduciario Commercialista di Seal Consulting fornire informazioni utili riguardanti le diverse tipologie di permessi di dimora e domicilio, le autorizzazioni all’acquisto di immobili e alcuni accenni al sistema contributivo. Dopo aver ripreso la parola, Catani ha poi effettuato attraverso slide esemplificative, una riflessione comparativa tra Italia post-manovra del 6 dicembre 2011 e Canton Ticino in materia di Iva, Irpef, imposta di bollo, accise, patrimoniali, imposizione delle persone fisiche, scudo fiscale, tracciabilità dei pagamenti, IRPA ed ACE. Non è mancata la testimonianza di Fabio Brigada, Vicepresidente di Argos Spa, società che si occupa di tutela e amministrazione del patrimonio, che ha affrontato la questione dell’amministrazione di assets italiani nel Canton Ticino nell’ottica di diversificazione del rischio Paese. Sono seguite le domande partecipi del folto pubblico presente e le risposte ai quesiti giunti numerosi attraverso il Forum di FinanzaeDiritto.it per fugare ulteriori dubbi. «Sono molto contento di questo evento – ha commentato Catani al termine – e ringrazio Editrice Le Fonti per l’impeccabile organizzazione».

 

 

Alessia Liparoti

 




            

Ultimi commenti degli utenti

Un evento molto interessante, mi dispiace non essere potuto venire

2 Marzo 2012 ore 14:52:34 - Luca Cerbotti












Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades