FinanzaeDiritto sui social network
19 Luglio 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




Stiglitz: aumentare le tasse per crescere

25 Luglio 2011 - Autore: Redazione


Joseph Stiglitz, premio Nobel per l'economia, ha riproposto una sua vecchia ricetta che aveva già avanzato (dopo Lehman Brother) con lo scopo attuale di superare la crisi dei debiti sovrani. Le sue proposte erano rimaste totalmente inascoltate, vedremo quelle attuali.

Secondo il noto economista americano, le misure dei tagli o anche  l'introduzione di ticket sanitari, sono soluzioni che mettono in pericolo i contratti sociali, minano la fiducia tra datore di lavoro e dipendente e minacciano il futuro stesso dell'economia.


Per questo a suo avviso l'Unione europea potrebbe favorire un modello di crescita diverso, basato sulla fiducia, facendo credere al mondo della finanza, che la Grecia può ripagarsi il suo debito.


«Bisogna aumentare le tasse», e questo è il punto evidenziato da Stglitz, «e lavorare per diminuire la spesa sociale nel lungo periodo. Se si favorisce l'occupazione, non ci sarà più bisogno di ricorrere all'indennità di disoccupazione; se si favorisce la salute, diminuirà la spesa sanitaria».


La finanza e le destre finora hanno ottenuto l'effetto contrario. «È davvero necessario tentare ancora una volta questo esperimento, l'austerity proposta dei repubblicani, che ha già fallito tante volte?» si è chiesto Stiglitz. Forse, ed è la peggiore delle previsioni possibili, bisognerà vedere crollare prima l'Europa e gli Stati Uniti per cambiare il modello di crescita.

 

Per tutti gli approfondimenti tematici sul potenziale fallimento della Grecia 2011

 

Per approfondimenti e per scaricare gratis le nostre guide e newsletter di settore registratevi qui

 

La redazione

 




            

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento












Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades