FinanzaeDiritto sui social network
6 Dicembre 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




Risparmio gestito? No grazie

4 Giugno 2009 - Autore: Studio Piergiovanni


www.studiopiergiovanni.com
 

Vi siete mai chiesti come funziona il mondo del Risparmio Gestito?

Cerchero' di spiegare brevemente e, in maniera molto sintetica, qualche concetto: Banche Sim e Compagnie Assicurative da un lato ricercano costantemente sul mercato finanziario le migliori fonti di finanziamento e gli strumenti finanziari piu efficienti , dall'altro confezionano internamente prodotti costosi ed inefficienti che collocano, per mezzo di promotori finanziari ed agenti assicurativi (venditori a provvigione), a Risparmiatori ed Imprese.

Conflitto di interesse

Non volendo indagare sulla preparazione finanziaria di promotori ed agenti, si puo' affermare che il collocamento avviene in conflitto di interesse, in quanto questi soggetti "consigliano" prodotti dai quali direttamente ricavano una remunerazione: naturalmente saranno spinti a collocare il prodotto su cui percepiscono la remunerazione maggiore, il tutto a danno degli ignari Risparmiatori.

Con l'entrata in vigore della MIFID (Markets in Financial Instruments Directive ) si e' moltiplicato il numero di soggetti che offrono consulenza in materia di investimenti: in realta' molti soggetti utilizzano il termine “consulenza” per mascherare una vendita (concetti ben diversi tra loro).

Come puo' un “consulente” che colloca i prodotti della Banca X dichiararsi indipendente se le provvigioni che incassa gli sono retrocesse proprio dalla stessa banca? Magie del marketing....

Esiste un’asimmetria informativa tra chi colloca i prodotti e chi li acquista: chi acquista, spesso non avendo adeguate conoscenze finanziarie, “si fida” di chi vende, pensando che questi stia facendo il proprio interesse. Beh non funziona cosi', o meglio non proprio cosi', in quanto il massimo che un soggetto collocatore puo' fare e' mediare tra gli interessi del cliente e i propri o dell'intermediario che direttamente lo remunera, ma mai riuscira' a fare solo l'interesse del cliente, cio' e' in conflitto con il suo status di promotore o agente.

Anche i risparmiatori possono impiegare i loro capitali su strumenti efficienti. Questi strumenti sono sul mercato finanziario e a disposizione di tutti. Ovviamente le banche – sim- compagnie assicurative non avranno interesse a venderli (vi e' mai capitato di acquistare in una filiale di Unicredit un'obbligazione di Banca Intesa al giusto prezzo? Provateci ma non credo ci riuscirete) perche' su quei prodotti non c'e' margine per chi vende, anzi vi diranno che sono prodotti molto rischiosi assolutamente da non acquistare.

Rischio & Rendimento & Costi

I “contenitori” venduti dagli intermediari, avendo al loro interno azioni, obbligazioni, etf ecc, rifletteranno il profilo di rischio /rendimento che e' insito in quegli strumenti, (non e' detto che sia lo stesso dell'investitore), anzi molto spesso il risparmiatore si ritrova ad avere non solo prodotti che non ha richiesto, ma anche prodotti con rapporto rischio / rendimento non adeguato.

Naturalmente la "scatola" ha un costo, niente e' gratis, che viene pagato dall'acquirente, e retrocesso al venditore. A parita' di altre condizioni, tanto piĂą alto e' il costo pagato, tanto piu basso sara' il rendimento netto dell'investimento in questione.

Le analisi dell'ufficio studi di Mediobanca evidenziano ogni anno le inefficienze del Risparmio Gestito (il 90% dei Fondi Comuni di investimento e' sotto il benchmark di riferimento) facendo luce proprio sui costi troppo alti che gli investitori pagano per avere prodotti scadenti e/o non richiesti.

Soluzione

Alla fine vi domanderete: ma qual'e' la soluzione? La soluzione e' affidarsi ad un Consulente Finanziario Indipendente che essendo svincolato da qualsiasi intermediario, e' libero di fare gli interessi del cliente.

Ma anche qui attenzione: occorre verificare la preparazione del consulente, accertarsi che il vostro consulente sia una persona preparata, costantemente aggiornata e che vi spieghi esattamente come stanno le cose piuttosto che farvi mille promesse sul rendimento che otterrete.




            

Altri articoli scritti da Studio Piergiovanni

Ultimi commenti degli utenti

Mi mi scusi tanto non faccio che leggere articolo come questi di 'Consulente Finanziario Indipendente' che sparano a zero su prodotti finanziari e assicurativi, fondi comuni e quant'altro capiti sotto mano, ma alla fine cosa propongono? Leggendo mi sembra sempre intendere che consiglino solo prodotti ottimi a costo 0, che battono tutti gli altri, dove li trovano chi li produce? Che costi hanno per il cliente investitore? Sono costi fissi? Sono una percentuale sul capitale investito. Francamente guardando in rete non ho mai trovato nulla che ne parla se non il solito discorso venite da noi che vi troverete bene. Non voglio essere ostile ma desidererai capire cosa proponete oltre attivitŕ demolizione

11 Agosto 2010 ore 18:48:38 - Angelo












Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades