FinanzaeDiritto sui social network
22 Gennaio 2020  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




Ridotto l'acconto IRPEF di novembre

24 Novembre 2011 - Autore: MIRELLA COLCELLI - Commercialista

www.studiochiari.com

 

RIDOTTO L’ACCONTO IRPEF DI NOVEMBRE

La riduzione dell'acconto IRPEF dovuto entro il 30 novembre per il 2011 è di 17 punti percentuali: il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri ne porta infatti la misura dal 99 all'82 per cento. Lo stesso decreto prevede inoltre la riduzione di tre punti percentuali anche per l'acconto IRPEF relativo al 2012, che sarà pertanto pari al 96 per cento.

La novità riguarda solo l'IRPEF dovuta dalle persone fisiche, esercenti impresa, arte o professione, compresi i dipendenti e i pensionati, se in possesso di altri redditi oltre la pensione o a quello di lavoro dipendente.

Nessun beneficio deriva alle persone fisiche, compresi i dipendenti e i pensionati, esonerate dall'acconto IRPEF.

È obbligato all'acconto IRPEF chi ha presentato la dichiarazione dei redditi, Unico 2011. L'obbligo dell'acconto riguarda inoltre i contribuenti che hanno presentato il Modello 730/2011, anche se il pagamento viene fatto dai sostituti d'imposta con trattenuta IRPEF in busta paga o dalla pensione. Per i contribuenti di Unico 2011, l'obbligo dell'acconto scatta se nella dichiarazione dei redditi 2010 il debito d'imposta indicato è di importo pari o superiore a 52 euro.

Non è prevista alcuna riduzione per l'IRAP, nemmeno se dovuta dalle stesse persone fisiche che beneficiano della riduzione dell'acconto IRPEF. Nessun abbattimento interessa infine gli acconti IRAP dovuti dalle società di persone e soggetti assimilati, o gli acconti IRAP e IRES delle società di capitali, enti commerciali e altri soggetti all'IRES.

Sono altresì confermate le misure degli acconti dovuti dai contribuenti per la cedolare secca o tassa piatta, o per il regime sostitutivo con il forfait del 20 per cento.

 




            

Altri articoli scritti da MIRELLA COLCELLI - Commercialista

Ultimi commenti degli utenti

La riduzione del 17 per cento per gli acconti di novembre spetta a tutte le persone fisiche ed è applicabile, oltre che per l'IRPEF, anche per la cedolare secca e per l'imposta sostitutiva del 20 per cento dovuta dai contribuenti in regime dei minimi, esercenti impresa, arte o professione (articolo 1 della legge n. 244 del 2007). La conferma è arrivata nella giornata di venerdì attraverso un comunicato dell'Agenzia delle Entrate e, sempre nella stessa giornata, è stato anche pubblicato sulla «Gazzetta Ufficiale» n. 275 del 25 novembre il provvedimento di proroga del 17 per cento (Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 21 novembre 2011 - «Differimento del versamento dell'acconto IRPEF per gli anni 2011 e 2012»).

28 Novembre 2011 ore 11:22:56 - Luciano Chiari











Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades