corporatecounsel
FinanzaeDiritto sui social network
19 Novembre 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




PORTAFOGLIO DI DEUTSCHE AWM: LA STRATEGIA DI ALLOCAZIONE DEGLI ASSET IN UN PORTAFOGLIO BILANCIATO

23 Febbraio 2015 - Autore: Redazione


Il segmento core del portafoglio bilanciato di Deutsche AWM include asset liquidi tradizionali quali azioni, titoli a reddito fisso e materie prime.

La strategia di allocazione degli asset per un portafoglio bilanciato, comprese le asset class alternative, comprende:

Reddito fisso: puntare a obiettivi limitati
In questo segmento i rendimenti saranno probabilmente modesti, e non privi di rischio. Il basso livello raggiunto dai rendimenti del debito sovrano USA non è compatibile con la vivace crescita statunitense, pertanto ci aspettiamo un rialzo nel corso del
2015. Anche i rendimenti dei Bund sono probabilmente destinati a salire, anche se con maggiore gradualità, a fronte delle limitate possibilità di un’ulteriore contrazione degli spread sul debito sovrano dei Paesi periferici dell’Eurozona. I rendimenti
dei titoli di credito investment grade dei mercati sviluppati dovrebbero inoltre rimanere relativamente bassi. D’altro canto, nonostante l’impatto dei bassi prezzi energetici su alcuni prestatori, il segmento high yield USA probabilmente continuerà a
offrire opportunità nel 2015. Sul mercato emergente del reddito fisso tendiamo a favorire il debito in valuta forte.

Mercati azionari: affrontare la volatilità

I mercati continuano a essere periodicamente scossi da una serie di timori, tra i quali la crescita dell’Eurozona, le implicazioni del calo del petrolio e la deflazione. Guardando però oltre l’incertezza nell’immediato, le azioni dovrebbero trarre vantaggio
dai livelli costantemente elevati di liquidità – dato l’orientamento ancora generalmente espansivo delle banche centrali, anche dopo la normalizzazione della politica della Fed – e dal graduale rafforzamento della crescita globale. Tuttavia, l’attenzione
rimarrà puntata sulla crescita degli utili societari. La speranza è che la continua crescita degli utili statunitensi sia confermata dalla stagione di pubblicazione degli utili del quarto trimestre 2014, attualmente in corso, e che le revisioni al ribasso degli utili
europei raggiungano presto il punto di minimo. Nel segmento dei mercati emergenti favoriamo ancora l’Asia.

Materie prime: le implicazioni del prezzo del petrolio
I prezzi del petrolio sono scesi di circa il 50% in soli tre mesi, e un’eventuale risalita sarà probabilmente graduale. Per arrivare a una riduzione significativa della capacità del settore dello shale oil statunitense potrebbero essere necessari molti mesi. La storia
suggerisce che la ripidità e la velocità del calo del petrolio potrebbero ripercuotersi sui prezzi di altre materie prime, per esempio i metalli industriali, e su altre asset class. L’incertezza dei mercati è uno dei fattori che hanno esercitato una lieve pressione al rialzo
sul prezzo dell’oro all’inizio del 2015, ma poiché ci aspettiamo che il rafforzamento del dollaro USA prosegua, eventuali guadagni dell’oro saranno probabilmente minimi e temporanei.


 




            

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento












Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades