FinanzaeDiritto sui social network
8 Dicembre 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




PB, ERSEL: 'GESTIONI PATRIMONIALI DIFFERENZIATE IN BASE AL RISCHIO'. Intervista esclusiva a Fabrizio Greco, Direttore Generale di Ersel

8 Novembre 2011 - Autore: Redazione


Quarta tappa della nostra inchiesta nel mondo del Private Banking. A illustrarci le prospettive di investimento e di tutela del patrimonio in una fase critica per i mercati è Fabrizio Greco, Direttore Generale di Ersel, finalista al Premio Internazionale Le Fonti svoltosi il 30 giugno scorso.

 

 

Dottor Greco, la crisi dei mercati e l’aumento dello spread sono sotto gli occhi di tutti. Qual è la sua opinione riguardo le cause che hanno portato a una tale situazione?

 

Abbiamo assistito ad una crisi di fiducia da parte dei mercati sull’operato dei policy maker europei vista la mancanza di strategie chiare nell’affrontare l’insolvibilità di paesi come la Grecia e data la riluttanza ad intraprendere misure necessarie per evitare l’effetto domino su paesi solvibili come l’Italia. Il nostro paese inoltre non ha saputo anticipare gli eventi reagendo tardivamente e in maniera confusa. Infine il deterioramento della crescita europea rende più arduo il compito di risanamento dei conti pubblici.

 

Come risponde la vostra Struttura di Private Banking alle esigenze e alle preoccupazioni dei clienti?

 

In questo difficilissimo periodo l’esigenza principale dei clienti è avere un’informativa costante sull’evoluzione della situazione economica e finanziaria e delle relative implicazioni per i propri investimenti. Mai come in questi frangenti è indispensabile che i consulenti siano presenti sui propri clienti in modo sistematico e proattivo; grazie alla stretta integrazione tra le strutture del gruppo, i consulenti Ersel possono contare su flussi di informazione sempre aggiornati da parte dei responsabili delle strategie. Come sempre, è poi importante contestualizzare queste azioni rispetto al profilo di rischio e allo stile di investimento dei singoli clienti, onde evitare di determinare situazioni di eccesso di informazioni non richieste o  non necessarie.

 

Su quali servizi state puntando?

 

Come in passato, anche in questa profonda crisi economica e finanziaria emerge l’importanza di un servizio di investimento professionale, che per i grandi patrimoni si traduce in un servizio di gestione patrimoniale, ovvero in un servizio di consulenza per chi desidera un maggior grado di coinvolgimento. Riscontriamo sistematicamente, in questi momenti, un differenziale di rendimenti e di concentrazione dei rischi che penalizza le forme di investimento autonome dei clienti (i cosiddetti dossier amministrati) rispetto ai servizi di gestione e di consulenza. Nell’ambito di questi, stiamo perseguendo una strategia d’investimento, differenziata a seconda dei vari profili di rischio, che combina strumenti di liquidità con prodotti adatti all’attuale congiuntura e rivolti al debito dei Paesi emergenti. Inoltre non rinunciamo, per i profili di rischio più alti, ad esposizioni mirate all’equity internazionale di qualità.

 

Alessia Liparoti




            

Per essere sempre aggiornati su interviste e articoli di Greco, Fabrizio iscriviti alla nostra newsletter


Ultimi commenti degli utenti

Pessimo eri prima pessimo sei adesso, ringrazia cha hai ancora qualcuno che ti paga

16 Novembre 2011 ore 15:57:03 - trerafdaf












Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades