FinanzaeDiritto sui social network
8 Dicembre 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




OBBLIGAZIONI CONVERTIBILI

16 Luglio 2010 - Autore: THESIS


L'ARTICOLO 2420 BIS C.C. DISCIPLINA L'EMISSIONE DI OBBLIGAZIONI CONVERTIBILI.LA NORMATIVA E' EGUALE A QUELLA DELL'AUMENTO DEL CAPITALE SOCIALE A PAGAMENTO. NON SI PUO' DARE LUOGO ALL'EMISSIONE DI OBBLIGAZIONI CONVERTIBILI SE LE AZIONI EMESSE NON SONO STATE INTERAMENTE LIBERATE. COMPETENTE AD EMETTERE LE OBBLIGAZIONI CONVERTIBILI E' L'ASSEMBLEA STRAORDINARIA. LA RAGIONE DI TALE COMPETENZA E' CHE ASSIEME ALL'EMISSIONE DI OBBLIGAZIONI, OCCORRE DELIBERARE L'AUMENTO DEL CAPITALE AL SERVIZIO DELLE OBBLIGAZIONI (TALE SPECIFICA DELIBERA E' IRREVOCABILE, E NON E' SOGGETTA AL RISPETTO DEL DIRITTO DI OPZIONE). CHI SOTTOSCRIVE L'OBBLIGAZIONE CONVERTIBILE, LA CUI QUOTA VIENE DETERMINATA IN UN RAPPORTO DI CAMBIO CON LE FUTURE AZIONI DA EMETTERE, HA DUE POSSIBILITA' : CONVERTIRE L'OBBLIGAZIONE IN AZIONE SECONDO IL PREDETTO RAPPORTO DI CAMBIO, E DIVENTARE AZIONISTA, OPPURE RESTARE CREDITORE E RISCUOTERE L'IMPORTO CARTOLARE DELL'OBBLIGAZIONE ALLA SCADENZA. COME L'AUMENTO DI CAPITALE A PAGAMENTO , L'EMISSIONE DI OBBLIGAZIONI CONVERTIBILI E' SOGGETTA AL RISPETTO DEL DIRITTO DI OPZIONE, RICONOSCIUTO AI SOCI ED AI TITOLARI DI OBBLIGAZIONI CONVERTIBILI GIA' EMESSE ED ANCORA IN CIRCOLAZIONE. DI NORMA LE OBBLIGAZIONI SONO CONVERTIBILI IN AZIONI DELLA STESSA SOCIETA' CHE HA EMESSO LE OBBLIGAZIONI. QUESTE, PERO', POSSONO ESSERE EMESSE PER ESSERE CONVERTITE IN AZIONI DI ALTRA SOCIETA', O POSSONO ESSERE EMESSE PER ESSERE CONVERTITE IN AZIONI PROPRIE, GIA' DETENUTE DALLA STESSA SOCIETA' EMITTENTE. IN QUESTE DUE FATTISPECIE, DIVERSE DA QUELLA STANDARD, RESTA COMUNQUE NECESSARIA LA DELIBERA DELL'ASSEMBLEA STRAORDINARIA. LE OBBLIGAZIONI POSSONO ESSERE CONVERTENDE, OSSIA OBBLIGATORIAMENTE DA CONVERTIRE IN AZIONI DELLA SOCIETA' EMITTENTE IL PRESTITO. SI TRATTA DI UNA FORMA DI STRUMENTO FINANZIARIO, ADOTTATA NEGLI ULTIMI TEMPI ANCHE DA BANCHE. SI RICORDERA', COMUNQUE, IL NOTO CONVERTENDO SOTTOSCRITTO DALLE BANCHE A FAVORE DELLA FIAT. LE OBBLIGAZIONI CONVERTIBILI NON POSSONO ESSERE SOTTO LA PARI (ALTRA ANALOGIA CON LE AZIONI), POSSONO PREVEDERE UNA LORO ASSEGNAZIONE NON PROPORZIONALE (ALLA PARI DELLE AZIONI) E SEGUONO NATURALMENTE LE NORME DELLE OBBLIGAZIONI NELLA VERSIONE DEBITO. SONO VALIDI, PERTANTO, ANCHE PER ESSE I NOTI LIMITI DI EMISSIONE. SU PREVISIONE STATUTARIA, E' POSSIBILE ASSEGNARE DELEGA ALL'ORGANO AMMINISTRATIVO PER L'EMISSIONE DI OBBLIGAZIONI CONVERTIBILI PER UNA DURATA DI 5 ANNI. LA DELEGA E' ESTESA A QUELLA DI AUMENTO DEL CAPITALE AL SERVIZIO.




            

Altri articoli scritti da THESIS

Ultimi commenti degli utenti

Le obbligazioni convertibili consentono al titolare di ottenere, alla scadenza, un rimborso del capitale investito non gi sotto forma di denaro contante, ma in azioni della societ emittente o di aziende terze.

1 Aprile 2011 ore 18:03:16 - Roberto Talarico











Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades