Stocks it
FinanzaeDiritto sui social network
17 Novembre 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




MERCATO IPO AI LIVELLI DEL 2010 TRAINATO DA PRIVATE EQUITY E VENTURE CAPITAL

16 Ottobre 2014 - Autore: Redazione


Secondo i risultati dell’ EY Global IPO Trends, report trimestrale realizzato da EY, continua a crescere il mercato globale delle IPO. Nei primi nove mesi dell’anno sono infatti 851 le operazioni realizzate, in aumento del 49% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, con una raccolta pari a 186.6 miliardi di dollari (+94%).

Dopo lo stallo registrato nel mese di agosto, influenzato anche dall’attesa di alcune società americane per la quotazione di Alibaba, il terzo trimestre del 2014 ha registrato 260 operazioni di IPO (+29%) ed un capitale raccolto di 67.16 miliardi di dollari (+162%).
Continuano ad approdare sul mercato azionario aziende appartenenti a settori differenti. Nei primi nove mesi dell’anno, il settore Technology è quello che ha creato valore maggiore, con 107 IPO ed un capitale raccolto pari a 42.9 miliardi di dollari, guidato dall’operazione record di Alibaba del valore di 25 miliardi di dollari. Il settore Health Care, con 148 IPO, è quello che ha registrato il maggior numero di IPO (17,4% delle operazioni complessive); i settori Energy & Power e Financial continuano a registrare ottime performance.

Private equity e venture capital continuano a rappresentare il driver di riferimento per il mercato delle IPO, con una raccolta pari a 105.3 miliardi di dollari (56% del totale) e 264 IPO (31% del totale). Il 2014 diventa così l’anno migliore del nuovo secolo in termini di raccolta per il mercato delle IPO: è stato infatti raccolto più capitale nei primi 9 mesi del 2014 rispetto a tutto il 2013.
 
Paolo Zocchi, Strategic Growth Markets leader di EY Med commenta: “Continua l’andamento positivo per il mercato globale dell’IPO, con particolare riferimento agli Usa che sta diventando la meta preferita degli investitori. In Europa e soprattutto nel nostro paese sembra essere però iniziata una battuta d’arresto; le manovre della BCE sembrano aver contribuito a modificare il sentiment degli investitori divenendo sempre più selettivi nella scelta degli investimenti e adottando una maggior cautela. In tale scenario diventa difficile prevedere con certezza quali saranno gli sviluppi futuri.”
 
Gli Stati Uniti guidano il ranking internazionale
Nell’anno in corso, negli Stati Uniti sono state realizzate 220 IPO, per un valore complessivo di 77 miliardi di dollari, ed un incremento rispettivamente del 42% e del 116% rispetto ai primi nove mesi del 2013. Il NASDAQ rappresenta la prima borsa al mondo per numero di nuove quotazioni (16% del totale complessivo). In termini di raccolta, il NYSE guida la classifica con 60 miliardi di dollari. Nel corso del terzo trimestre, nel primo giorno di quotazione gli Stati Uniti hanno registrato un aumento nei ricavi dell’ 11,9%, dopo un calo nel trimestre precedente del 10%. Tuttavia, nell’anno in corso, il rendimento medio è passato dal 30,1% al 23,4% e la media è passata dai 132 milioni del 2013 ai 98 milioni di dollari.

Grande crescita del mercato delle IPO in Europa
Nel corso del terzo trimestre del 2014 le Borse europee hanno proseguito nel trend di crescita iniziato nella prima metà dell'anno. Nel corso dell’anno, i ricavi sono infatti cresciuti del 316% con una raccolta pari a 53.1 miliardi di dollari e 211 nuove operazioni, rispetto ai 12.8 miliardi raccolti con le 99 IPO nello stesso periodo del 2013.
Nei primi nove mesi del 2014, in termini di capitale raccolto, il principale mercato di Londra (LSE) è al secondo posto dietro a quello di New York, anche se Euronext ha realizzato i ricavi maggiori nel corso dell’ultimo trimestre. Euronext è stato infatti il protagonista del terzo trimestre con 2.5 miliardi raccolti e quattro IPO, trainato principalmente dalla quotazione di NN Group NV, la quarta maggior operazione al mondo.
Il Regno Unito guida la classifica europea del 2014 con 73 IPO ed una raccolta complessiva di 22.2 miliardi di dollari, seguito dalla Francia con 24 IPO ed un controvalore di 7 miliardi di dollari e Italia, 22 IPO ed una raccolta complessiva di 2.2 miliardi di dollari. Sono 22 anche le IPO realizzate in Svezia, per un controvalore di 2.7 miliardi di dollari.
 
L’area Asia-Pacifico registra il maggior numero di IPO nel corso del 2014
Quest’anno ci sono state più IPO sul mercato dell’Asia-Pacifico che in qualsiasi altra regione. Sono state infatti 339 le IPO rispetto alle 215 nello stesso periodo del 2013.
Anche i proventi sono in aumento: 47.4 miliardi di dollari di capitale raccolto nel corso del 2014, con un aumento annuo del 51%.
Hong Kong è stata la borsa più attiva della regione: 64 le IPO per un valore complessivo di 16.7 miliardi di dollari. Tuttavia, Australia, Tokyo e Shenzhen entrano nella top ten per capitale raccolto, con rispettivamente il 4,6%, il 3,2% e il 2,5% dei ricavi globali. Per quanto riguarda i settori, quello dei beni di prima necessità rappresenta il 14% del capitale raccolto, seguito da Technology (12,5%) e Energy & Power (12,5%). Il settore Industrials ha realizzato il maggior numero di IPO con 56 quotazioni, seguito da Technology, con 43 quotazioni.
 
 
 




            

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento












Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades