Stocks it
FinanzaeDiritto sui social network
19 Luglio 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




Made in Italy: delegazione del ministero dell'industria cinese a Piacenza per Nordmeccanica

10 Giugno 2013 - Autore: Redazione


Milano, 10 giugno 2013 - Sabato 15 giugno una delegazione del Ministero dell’industria cinese, guidata dalla signora Wennan Ao, Vice Segretario generale della China Packaging Federation, con 15 imprenditori, sarà a Piacenza in visita allo stabilimento di Nordmeccanica, azienda leader a livello mondiale nelle macchine per l’imballaggio flessibile.

 

Nordmeccanica, 205 dipendenti e 70 milioni di euro di fatturato, detiene una quota del 65% del mercato cinese, dove ha anche aperto un proprio stabilimento nel 2009. Quella di sabato 15 giugno sarà l'unica tappa europea della delegazione ai costruttori di macchinari per l’imballaggio flessibile e Nordmeccanica sarà la sola azienda visitata in Italia.

 

 

Nordmeccanica è il primo produttore mondiale di macchine per l’imballaggio flessibile, con una quota di mercato del 65% e un fatturato 2012 di 70 milioni di euro. L'azienda è un esempio di made in Italy in costante crescita (+15% rispetto al 2011 e con una previsione di crescita analoga per il 2013) che esporta tecnologia italiana in tutto il mondo: il fatturato 2012 è stato generato per il 99% all’estero. Nordmeccanica opera in Cina dal 2007, con un fatturato che passerà dai 5 milioni di euro del 2012 ai circa 6,5 milioni previsti per il 2013.  Si preannuncia, inoltre, un incremento delle vendite in questo paese di circa il 30% nel 2013 e del 25-30% nei prossimi 10 anni, oltre a un ulteriore ampliamento di 2.000 mq. dello stabilimento attuale di 5000 mq inaugurato nel 2012 a Chuansha (Shanghai).

 

 

«In Cina intendiamo non soltanto rafforzare il nostro business tradizionale», spiega il presidente di Nordmeccanica, Antonio Cerciello, «ma anche puntare fortemente su tecnologia, ricerca e sostenibilità, direttive fondamentali alla base della produzione delle macchine “eco-friendly”, ovvero accoppiatici senza uso di solventi, dal bassissimo impatto ambientale. Una soluzione già applicata anche per le macchine prodotte in Cina e che ha trovato ampio gradimento da parte degli interlocutori locali».

 

Nordmeccanica Spa conta oggi quattro stabilimenti produttivi, in Italia (due a Piacenza), Cina (Shanghai) e Stati Uniti (New York), due sedi dirette, in India (Mumbai) e Argentina (Buenos Aires), e una rete di rappresentanze che copre 87 paesi del mondo. I dipendenti diretti sono 205, di cui 170 in Italia, dove complessivamente Nordmeccanica genera oltre 300 occupati, grazie all’indotto dei due stabilimenti di Piacenza e Podenzano (PC).

 

 



            

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento












Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades