FinanzaeDiritto sui social network
22 Agosto 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




LEGG MASON, L'AD MARK FETTING PER IL 2012 PUNTA SU ETF E MERCATI INTERNAZIONALI

2 Febbraio 2012 - Autore: Redazione


Mark Fetting, amministratore delegato di Legg Mason da quattro anni, può finalmente parlare di nuovo di crescita. I suoi due obiettivi per il 2012 sono gli Etf e i mercati internazionali.

 

Fetting, 57 anni, spiega di stare "sondando le acque" nel settore degli Exchange traded funds e considerando la possibilità di espandere la base clienti a livello internazionale dando priorità all’Europa e all’Asia.

 

"Quanto agli investimenti, siamo alla ricerca di aree di nicchia piuttosto che abbracciare  in toto il settore delle materie prime, dove io vedo più che altro un oligopolio ", precisa Fetting.

 

Per quanto riguarda invece l’entità degli asset gestiti, Legg Mason mira ad aumentare la percentuale dei clienti non statunitensi dal 35 al 50%, aggiunge Fetting.

 

Al fine di incrementare  la diffusione della presenza e delle capacità d’investimento, Legg Mason si è posta come obiettivo di crescere organicamente o farlo tramite acquisizioni mirate in Europa e in Asia. Tuttavia, la società non intende allargare la sua presenza con un programma a largo raggio, precisa Fetting.

Nonostante la perdurante incertezza nei mercati, il Ceo afferma di essere convinto che la situazione stia migliorando. Riferendosi all’obiettivo della società per il 2012  di concentrarsi sulla crescita, Fetting dice: “Ora inizia la parte più eccitante".

 

Superare la tempesta

 

Fetting, che ha assunto l'incarico di Ceo nel 2009, nel momento peggiore della crisi finanziaria, descrive i primi due anni come un continuo sforzo per pilotare la società "in mezzo alla  tempesta più assoluta”. In questi due anni, Fetting si è concentrato sull’implementazione della strategia.

 

Alla fine di dicembre 2011, Legg Mason aveva in gestione 627 miliardi di dollari, rispetto ai 1.000 miliardi del 2007.

 

Ora la svolta in senso positivo potrebbe essere già in atto. Lo scorso 12 gennaio, Legg Mason ha annunciato che il totale degli asset del reddito fisso e il totale degli asset complessivi sotto gestione sono cresciuti rispetto al mese di novembre di più dell'1%, mentre viceversa quelli azionari sono scesi dell'1,6%.

 

"Stiamo procedendo un mese alla volta, ma per noi questo sviluppo rappresenta un segnale positivo", dice Fetting, che aggiunge che la fase di riorganizzazione e di riaggiustamento dell'attività alle nuove condizioni entra nella fase conclusiva, e terminerà alla fine del trimestre corrente.

 

"Il nostro focus è ora sulla crescita dell'attività", aggiunge Fetting.

 

Gli Etf costituiranno una parte importante di queste strategia. A novembre, la società con sede a Baltimora ha richiesto l'autorizzazione ufficiale per il lancio del Legg Mason Western Asset Ultra-Short Duration Fund, un Etf del reddito fisso gestito in maniera attiva. A gennaio, il fornitore di Etf Wisdom Tree ha annunciato una partnership con Western Asset Management, la sussidiaria del reddito fisso di Legg Mason, per creare una serie di Etf del reddito fisso globale gestiti attivamente.

 

Se da una parte Legg ha in programma la costruzione di un profilo più presente nel settore degli Etf, dall'altra, in termini di business model, le commissioni e i margini di profitto più bassi destano in Fetting una certa preoccupazione. "Nel nostro caso, quindi, la domanda su qual è il miglior modo per accrescere il valore per gli azionisti deve essere posta assieme a quella su come sviluppare la capacità adeguata per andare incontro alla domanda emergente", conclude Fetting. 

     




            

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento












Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades