Stocks it
FinanzaeDiritto sui social network
10 Dicembre 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




LA WHITE LIST NELLA FISCALITA' INTERNAZIONALE. LA WHITE LIST NEL 2012 E NEL 2013 - 10 GENNAIO 2012

10 Gennaio 2012 - Autore: Studio Legale e Tributario Giommi


 La white list ha una funzione antilelusiva in tema di fiscalità internazionale, avendo come ratio il contrasto a comportamenti volti a trasferire il reddito imponibile dall’Italia all’estero.

 

La white list in sostanza è un semplice elenco di Stati e territori che assicurano, sulla base di convenzioni internazionali, uno scambio di informazioni. E’ stata introdotta nell’ordinamento tributario nazionale con il decreto legislativo 239/96.

Con 
decreto del ministero delle Finanze del 4 settembre 1996, ripetutamente modificato, è stato approvato l'elenco degli Stati con cui risulta attuabile lo scambio di informazioni. Il decreto è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 220 del 19/09/96.


Il 
decreto del Mef 27 luglio 2010 ha provveduto a modificare i decreti adottati in base agli articoli 6 ed 11 del decreto legislativo n. 239 e in base agli articoli 2, 110 e 167 del Tuir (black list). 


Il 
decreto del Mef del 28 settembre 2011, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 232 del 5 ottobre,  modifica, aggiornandola,  la cosiddetta "white list" in cui rientrano quei Paesi affidabili nell'attività di  contrasto e prevenzione del fenomeno dell'antiriciclaggio e di finanziamento del terrorismo.

 

Per informazioni e approfondimenti in tema di fiscalità internazionale: www.studiolegalegiommi.it

 

Studio Legale Giommi




            

Altri articoli scritti da Studio Legale e Tributario Giommi

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento












Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades