ActivTraderApp
FinanzaeDiritto sui social network
21 Luglio 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




Intervista esclusiva a Gilberto Marchi, Presidente Assores – Associazione Italiana delle Società di Ricerca e Selezione

8 Aprile 2011 - Autore: Redazione


Gilberto Marchi, 57 anni, ha maturato un’esperienza di oltre 30 anni nel settore delle Risorse Umane. Nella prima parte della sua carriera professionale è stato Responsabile del Personale in un’azienda grafica/editoriale/radiotelevisiva di Verona e in un’attività turistico-alberghiera in provincia di Rovigo, Direttore del Personale di un’industria cartaria di Trieste (con 1000 dipendenti) e, successivamente, di un’industria calzaturiera di Verona (700 dipendenti).
 
Nel 1986 ha creato lo Studio Marchi, specializzato nella ricerca e selezione del personale, nella consulenza per la gestione delle risorse umane, nelle relazioni industriali, ecc.
 
Gilberto Marchi, in collaborazione con altri Studi di Selezione aderenti a Confindustria Verona e membri del Terziario Avanzato e Innovativo - Sezione Consulenze d'Impresa - di cui Gilberto Marchi è stato da marzo 2006 a settembre 2008 il Presidente - ora Sezione Servizi Innovativi e Tecnologici di Confindustria, ha contribuito a realizzare la "Carta dei Valori" - codice deontologico da applicare nei rapporti di consulenza.
 
Gilberto Marchi è inoltre Presidente nazionale di ASSORES - l’Associazione Nazionale che rappresenta le Società che operano nella Ricerca e Selezione del Personale, nella Ricerca Diretta e nella Consulenza Direzionale nello Sviluppo delle Risorse Umane.
 
Secondo le regole dettate da ECSSA, Confederazione delle Associazioni delle società di Ricerca & Selezione in Europa, rappresentata in Italia da Assores, è stato conferito a Gilberto Marchi il 18.11.2010, avendo i requisiti necessari e soddisfacenti, il Riconoscimento Internazione del Titolo Professionale di Consulente per l’attività di Ricerca & Selezione del Personale - Recruiter Europeo.


Lei è Presidente di Assores – Associazione Italiana delle Società di Ricerca e Selezione. Quale è la storia della sua Associazione e quali obiettivi si prefigge?   

Assores, nata nel 1989, inizialmente era da considerare come un club di professionisti della ricerca e selezione, con qualche aspetto di rappresentanza di categoria. Nei primi anni l’attività era prevalentemente volta ad organizzare eventi specifici ed incontri formativi. Successivamente, anche a seguito delle modifiche normative che regolamentano l’attività, è divenuta un’associazione di rappresentanza. In questi ultimi anni è diventata un riferimento significativo per diverse istituzioni, tra le quali Università e Ministero, per le diverse questioni che riguardano la categoria. Il nuovo statuto, inoltre, prevede l’ingresso nell’associazione anche di società di consulenza nello sviluppo delle risorse umane e di società che svolgono l’attività di outplacement.


L’attività professionale di ricerca e selezione del personale compare in Italia negli anni Cinquanta, ma è solo dal 2001 che prende avvio la procedura di accreditamento presso il Ministero del Lavoro. In che modo Assores ha offerto il proprio contributo in questo frangente?

Sia nel primo accreditamento che nella successiva autorizzazione ministeriale prevista dalla Legge Biagi, Assores ha supportato le società associate nell’espletamento delle procedure richieste. L’attività si è anche svolta nel cercare la semplificazione delle stesse e nel definire le procedure relative alla privacy. Inoltre, nell’attività di rappresentanza, Assores ha gestito i rapporti con le istituzioni per le successive modifiche normative, per la definizione del contrasto all’attività abusiva e per il rispetto, da parte delle stesse istituzioni, delle norme emanate.  Recentemente, Assores ha consentito ai propri associati in possesso dei requisiti di esperienza e di competenza l’ottenimento, attraverso un preciso processo di valutazione, della Certificazione Europea del Recruiter CERC.


L’iscrizione ad Assores quali vantaggi presenta per gli Associati? Tutte le Società che aderiscono devono sottoscrivere un rigoroso Codice di Etica Professionale. Di cosa si tratta?

I vantaggi sono soprattutto nella rappresentanza verso tutte le istituzioni nazionali e locali, nella progettazione di attività formative, nell’organizzazione di eventi di visibilità riguardo alle specifiche caratteristiche della professione, nel contrasto all’attività svolta abusivamente. Il Codice Etico rappresenta un punto di forza nel processo di selezione, a garanzia dell’azienda cliente e del candidato. In una fase storica nella quale il corretto comportamento degli attori della selezione è spesso venuto meno, il rispetto del Codice Etico diventa una forte garanzia per conto di aziende e di candidati.


Continua nella Guida Lavoro e Master 2011-2012

Per maggiori informazioni contattare info@finanzaediritto.it

Per visionare la Guida Lavoro e Master edizione 2010-2011 
http://www.finanzaediritto.it/prodotti/guida-lavoro-e-master-2010-2011_vers-305.html 
 




            

Per essere sempre aggiornati su interviste e articoli di Marchi, Gilberto iscriviti alla nostra newsletter


Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento












Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades