FinanzaeDiritto sui social network
21 Luglio 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




Intervista ai soci fondatori di Portfolio Lab Investments

30 Settembre 2010 - Autore: Redazione


Come nasce Portfolio Lab investment?

Portfolio Lab Investments nasce alla fine del 2008 su iniziativa di tre partner italiani con una pluriennale esperienza in comune nel settore della consulenza finanziaria, la società si rivolge ad investitori istituzionali, privati e gruppi familiari che necessitano di un supporto nelle proprie scelte di investimento, professionale e privo di conflitti di interessi.
L’assetto proprietario di Portfolio Lab Investments è esclusivamente composto dagli asset manager che vi lavorano, creando in tal senso un ambiente trasparente e diretto nel quale il cointeresse con i propri clienti sulla qualità dei servizi offerti è assoluto.
Portfolio Lab Investments fornisce consulenza finanziaria indipendente ed in totale autonomia sviluppa internamente tutte le fasi tipiche del processo di investimento: ricerca, asset allocation, gestione del rischio e monitoraggio dei portafogli.


Come strutturate il vostro servizio di consulenza di gestione portafoglio?

L’obiettivo primo della società è quello di fornire un servizio di consulenza alla gestione di portafoglio che rispetti i più alti standard etici e professionali internazionali e di “tradurre” ciò che in genere è una attività svolta “in monte” e poco trasparente in un servizio dedicato e tailor made. Per ottenere completa e chiara soddisfazione dalle proprie scelte di investimento occorre dedizione e tempo, non “scatolette preconfezionate” o illusioni di facili ed automatici guadagni. Soprattutto nel contesto di mercato attuale è nostra ferma convinzione che reali competenze tecniche ed onestà professionale siano l’unica vera risposta alla necessità degli investitori di riacquisire maggiore fiducia verso i mercati finanziari e di una superiore qualità nelle proprie scelte di investimento in virtù di un contesto globale maggiormente competitivo ed esigenze finanziarie individuali sempre più complesse e legate alle specifiche peculiarità delle differenti fasi della propria vita.
E’ importante sottolineare come l’operare in un regime di consulenza significhi non gestire direttamente gli averi dei clienti ma fornire tutti le idee e gli strumenti necessari per soddisfare individualmente i propri obiettivi finanziari.
Competenza ed indipendenza sono alla base dei nostri processi di ricerca delle opportunità di investimento e ci consentono di fornire un supporto puntuale e rigoroso caratterizzato dalla totale assenza di conflitti di interesse.


Ricerca delle strategie di investimento: quali i vostri punti di forza?

L’approfondito lavoro di ricerca ed analisi dei mercati è alla base delle strategie di investimento che mettiamo a disposizione dei nostri clienti, tipicamente sotto forma di portafogli modello.
Siamo fermamente convinti che la realizzazione in house delle differenti fasi del processo di investimento (formulazione politica di investimento, research, asset allocation, stock picking, risk management, performance evaluation e reporting) unitamente ad una struttura formale priva di conflitti di interessi siano gli ingredienti necessari per una soddisfazione reciproca del mandato affidatoci e quindi in ultima istanza del cliente finale. Non crediamo in “formule magiche” o modelli precostituiti in grado di produrre i migliori risultati in ogni situazione di mercato: il reale successo e soddisfazione si costruisce giorno per giorno avendo ben chiaro ciò che si sta facendo ed i rischi potenziali delle posizioni assunte.
Ci riserviamo infatti tutto il tempo necessario per costruire e monitorare portafogli dedicati, sempre aggiornati sotto il profilo degli scenari di mercato e delle esigenze del cliente.
Ci permettiamo inoltre la totale trasparenza, creando di fatto un contatto diretto e continuo tra colui che disegna le strategie di investimento e l’investitore in un regime di completa disclosure.
Conoscenza dei mercati in un ampio range di condizioni di mercato, forte expertise nel settore della consulenza e delle attività di portfolio management, relazione diretta con la clientela ed integrazione con un gruppo di professionisti internazionale sono gli elementi principali del modello di crescita aziendale perseguito.


Quale approccio adottate nel definire le vostre strategie di investimento?

Portfolio Lab Investments privilegia per sua natura uno stile di gestione costruito sull’asset allocation, fattore empiricamente più solido del market timing nella generazione di “alpha” e maggiormente in grado di ottemperare ad obiettivi di rendimento assoluto, frequentemente ricercati da parte dell’investitore; all’interno del rapporto consulenziale tale approccio facilita la condivisione delle scelte ed il trasferimento delle motivazioni all’interno della struttura del cliente.


Siete preoccupati dal quadro macroeconomico?

Nonostante la recovery a “V”, dal nostro punto di vista facciamo fatica a rilevare dati e presupposti economici per una ripresa rapida e sostenibile. All’inizio del 2010 abbiamo sottolineato nelle nostre previsioni annuali come la disamina dello stato di salute di una economia possa essere riassunto dalla condizione di un minimo set di variabili macro, che seppur in maniera semplificata permette di formulare un giudizio complessivo. In quest’ottica se guardiamo la produzione industriale e l’indice Ism, il tasso di disoccupazione, il mercato immobiliare e le vendite retail negli Stati Uniti non riusciamo ad identificare in nessuna variabile nessun inizio di un vero trend sostenibile nel lungo periodo.
In ogni caso è opportuno fare un importante distinguo fra quadro macroeconomico e andamento dei mercati finanziari (in particolare modo azionari): se è molto forte la correlazione nel lungo periodo, altrettanto non si può dire della sincronia tattica. E’ pertanto essenziale soppesare in modo continuativo gli scenari probabili e misurare i fattori di rischio sottostanti i differenti temi di investimento.


Come monitorate il rischio?

La nostra attenzione è focalizzata sull’analisi del rischio (factor risk analysis) in una logica multidimensionale, al fine di cogliere sia le volatilità di mercato delle principali asset class esaminate che le interrelazioni fra le stesse, ponderando opportunamente l’inserimento di una determinata variabile finanziaria in portafoglio in funzione del beneficio di diversificazione che ci si attende apporti. Riusciamo così nel contempo a riunire le due dimensioni prime di rischio: quella propria di mercato e quella in logica di contributo al portafoglio (volatility contribution).
I portafogli vengono quindi strutturati attraverso una parte core ed una parte satellite, unificati e monitorati nella valutazione del rischio complessivo di portafoglio.

Per approfondimenti sullo scenario globale 2010
http://www.finanzaediritto.it/guida.php?id=6213
 
 Claudia Chiari

 

Profilo dei soci fondatori

GIANMARIO CARNELLI
Laureato presso l’Università degli Studi di Pavia in Economia e Commercio, opera da oltre 12 anni come consulente e portfolio manager con controparti istituzionali e privati. Nel 1997 inizia l’attività come analista e consulente presso Forinvest S.p.A., occupandosi prevalentemente di produzione di report a supporto dell’attività di trading su mercati azionari, backtest di metodi sistematici di selezione titoli azionari e successivamente di tematiche di allocazione e supporto alla gestione di portafogli azionari e posizioni in derivati. Nel 2003 il ramo d’azienda di consulenza della Forinvest S.p.A. viene ceduto ad Ambrosetti Asset Management s.r.l. (oggi Sim di consulenza). I nuovi incarichi prevedono inizialmente a) la definizione di strategie di investimento ed in diversi casi la comunicazione delle stesse all’interno di comitati di investimento di clienti istituzionali. b) la costruzione e monitoraggio dei portafogli strutturati per la clientela, anche attraverso l’analisi quali-quantitativa degli strumenti finanziari ottimali per l’implementazione delle politiche di investimento. In seguito all’aumento delle controparti supportate sul versante delle gestioni patrimoniali si occupa nel ruolo di responsabile investimenti di coordinare il team di analisti e portfolio manager; organizza inoltre gli incarichi di consulenza coordinandosi con l’area IT.
Lo sviluppo di un nuovo progetto di consulenza prende corpo nel 2008 con l’incorporazione di Portfolio Lab Investments Ltd, dove si occupa di strutturazione dei processi di investimento, asset allocation strategica e tattica sulle principali asset class, valutazione degli aggregati settoriali azionari, backtest di modelli di investimento e selezione titoli azionari.
Negli ultimi anni ha analizzato le tecniche di investimento dei fondi ‘alternativi’ con il duplice scopo di aumentare l’efficienza dell’attività interna di portfolio management e l’efficacia dei processi di valutazione del rischio.
E’ socio ordinario AIAF.


PAOLO TORLASCHI
Laureatosi presso L’Università Cattolica del Sacro cuore di Milano in Economia e Commercio con corso di studi basato su politica economica e finanza quantitativa, frequenta il Master in Gestione Bancaria presso Euros Consulting Spa grazie a una borsa di studio offerta da Corriere della sera.
Nel 2004 entra a far parte di BancAperta Spa occupandosi di metodologie di valutazione e assessment del rischio nei fondi chiusi immobiliari. Prosegue ad occuparsi di asset management presso Ambrosetti Asset Management S.r.l. come Quantitative Portfolio Manager, impegnato, anche a livello IT, nello sviluppo di modelli di investimento di allocazione su indici e di selezione titoli azionari e nella gestione di portafogli flessibili e a benchmark.
Dal 2007 approfondisce in qualità di Quantitative Analyst le tematiche di gestione-valutazione-implementazione di strumenti finanziari, prima presso Monte dei Paschi Asset Management SGR e poi presso Eurizon Capital Spa ed Eni Finance, attraverso monitoraggio e gestione del rischio per le operazioni in derivati, derivati OTC, azioni, bond e divise.
Come Partner fondatore di Portfolio Lab Investments Ltd si occupa di quantitative portfolio management, design ed implementazione di database, oltre che di sviluppo di software proprietari ed analisi del rischio. Vanta un forte interesse per temi legati all’ingegnerizzazione finanziaria e la costruzione di modelli quantitativi.


DANILO CALVI
Laureatosi presso l’Università Commerciale Luigi Bocconi in Economia Politica, con specializzazione su tematiche di natura quantitativo-finanziaria, matura diverse esperienze nell’ambito del Risk Management; inizialmente nel 2004 presso Cofidis nel monitoraggio ed analisi del rischio di credito e nel 2008 presso il Coordination Center di Eni a Bruxelles, come Risk Manager impegnato nell’analisi di rischi finanziari e valutari e nello sviluppo di modelli quantitativi (Var models).
Nel periodo 2005-2007 ricopre il ruolo di Portfolio Manager in Ambrosetti Asset Management s.r.l., dove si occupa di Asset Allocation su portafogli bilanciati ed “absolute” globali , ed Asset Selection di azioni ed OICR. L’attività di analisi si concentra sull’analisi del mercato obbligazionario governativo e corporate e sul versante macro internazionale.
Le aree di competenza come partner fondatore di Portfolio Lab Investments Ltd sono la definizione della politica di investimento per ogni singolo cliente, macroeconomic e fundamental analysis e parte di fixed income analysis. Specificatamente, vanta un forte interesse verso la definizione di modelli di investimento di natura econometrica e fondamentale e la costruzione di strategie quantitative di portfolio insurance.
E’ membro ordinario di CFA Institute.

 




            

Per essere sempre aggiornati su interviste e articoli di Portfolio Lab Investments iscriviti alla nostra newsletter


Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento












Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades