directa
FinanzaeDiritto sui social network
22 Febbraio 2020  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




HIGH STREET RETAIL: VENEZIA TERZA CITTA' PIU' CARA D'ITALIA PER CANONE DI LOCAZIONE ANNUO

9 Settembre 2014 - Autore: Redazione


“Con un canone di locazione annuo di 4.000 €/mq e un aumento dell’1,7% sul valore medio di locazione rispetto al semestre precedente, Venezia si afferma la 3° città italiana più cara nell’immobiliare retail dopo Milano e Roma”. È quanto emerge nel report “Fashion High Street” - settembre 2014, frutto della collaborazione tra World Capital, Confcommercio Federazione Moda Italia e Confcommercio Federazione Moda Italia - Venezia, Cartasì e Global Blu, che verrà presentato il prossimo 15 settembre.

"La recente crescita del turismo nel primo semestre 2014, accanto allo spiccato interesse di investitori esteri alla città - dichiara Neda Aghabegloo, Responsabile Ricerca di World Capital -, coincide con la sempre maggiore attrattività di Venezia nell’immobiliare retail e col conseguente aumento del canone medio di locazione, +1,7% rispetto al semestre precedente, nelle vie dello shopping veneziane. A determinare l’elevato appeal delle High Street, sono le prestigiose firme di lusso insediate insieme al diffuso e continuo flusso pedonale e turistico.

Piazza San Marco, con il passaggio pedonale più alto e un canone minimo di 2.600 €/mq e massimo di € 4.000€/mq, guida la classifica delle High Street veneziane e si afferma la 7° High Street più cara a livello nazionale dopo quelle milanesi e romane, anche se con un flusso di pedoni superiore a queste.

Seguono il Quartiere 'Le Mercerie', fulcro della vita commerciale veneziana e zona più celebre per le boutique di alta moda, con un canone minimo di 1.500 €/mq e massimo di 3.600 mq, e Calle Larga XXII Marzo, sede delle più autorevoli griffes di moda italiane, con un valore minimo di 1.500 €/mq e massimo di 3.500 mq. Frezzeria e Calle Vallaresso, invece, sono zone che per le loro caratteristiche e per il recente e alto interesse suscitato nelle grandi firme, si candidano a potenziali High Street. Riguardo i rendimenti – conclude Neda Aghabegloo -, i negozi veneziani presentano yield compresi tra il 5% e il 7%."
 




            

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento












Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades