GLI ETP SI APPRESTANO A SIGLARE UN ANNO RECORD. Analisi mercato degli ETP in Agosto

8 Settembre 2014 - Autore: Redazione


Forte domanda per ETP con esposizione sui mercati emergenti e sull’azionario asiatico. Rallentamento dell’azionario europeo.
 
• A livello globale gli ETP si apprestano a siglare un anno record, anche grazie ai flussi di 233 miliardi di dollari di agosto, record storico per il mese estivo.
 
• Gli investitori hanno aumentato gli investimenti sull’azionario dei mercati emergenti e Asia in cerca di valore relativo, senza però abbandonare l’approdo sicuro dell’obbligazionario in un momento di incertezza geopolitica
 
• L’azionario dei mercati emergenti ha registrato il quinto mese consecutivo di flussi positivi, pari a 4,7 miliardi di dollari, con un orientamento prevalente verso i fondi che consentono un’esposizione allargata ai mercati emergenti e alla Cina. Inoltre, l'Asia sviluppata ha contribuito per ulteriori 3,4 miliardi di dollari, trainata dal Giappone.
 
• La preoccupazione per la crescita in Europa e la mancanza di una reazione incisiva da parte della BCE ha guidato i deflussi azionari paneuropei, pari 2,8 miliardi di dollari, con riferimento principalmente ai fondi quotati negli USA.
 
• Nonostante i rimborsi per 13,5 miliardi di dollari registrati nella prima settimana del mese, nel mese gli ETP azionari large cap statunitensi hanno perso 0.1 miliardi di dollari, recupero a seguito del raggiungimento di nuovi massimi da parte dell’indice S&P 500 ha raggiunto nuovi massimi
 
• Flussi positivi per 11,5 miliardi di dollari per il reddito fisso con rinnovato interesse anche per l’alto rendimento, seppur la maggior parte della raccolta si sia concentrata su fondi dei segmenti governativo a lunga duration e corporate investment grade.
 
Ursula Marchioni, Responsabile della ricerca ETP per l’area EMEA di iShares ha così commentato: "Abbiamo osservato il miglior mese di agosto per la crescita degli ETP, e nel 2014 l'industria è sulla buona strada per battere tutti i record storici di raccolta. A livello globale, gli investitori si sono orientati sul reddito fisso e sull’azionario dei mercati emergenti, trend registrati anche a livello europeo.

Gli ETP obbligazionari quotati in Europa hanno rappresentato un elemento cruciale nella raccolta, tanto che il patrimonio investito ha recentemente superato 100 miliardi di dollari. Gli asset dell'industria europea degli ETP valgono ora 470 miliardi di dollari, e dato che dall’inizio dell’anno abbiamo già registrato flussi in entrata per quasi 50 miliardi di dollari, potremmo essere sulla buona strada per superare il traguardo di 500 miliardi di dollari di asset investiti entro dicembre”.
 
Emanuele Bellingeri, Responsabile per l’Italia di iShares, ha così commentato l’andamento del mercato italiano:“Il segmento degli ETF in Italia continua a conseguire risultati più che soddisfacenti anche nel mese di agosto che storicamente si contraddistingue per un rallentamento dell’attività di investimento.

In particolare, iShares fa registrare una raccolta netta particolarmente positiva rispetto alla crescita del mercato italiano considerato nel suo complesso. I flussi in entrata, sebbene piuttosto equamente distribuiti tra le diverse classi di investimento, ancora una volta privilegiano il comparto obbligazionario con investimenti più importanti a favore dell’Eurozone sia per la parte governativa che per la parte corporate, ex financial e non, a breve termine.

Per quanto riguarda il mondo azionario, le incertezze sull’economia del vecchio continente inducono gli investitori a sovrappesare la propria esposizione ad indici quali S&P500 ed MSCI World”.
 
 




            

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento












Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades