Effetti dei decreti Bersani

24 Gennaio 2009 - Autore: STUDIO AVV PAOLO DE ANGELIS & PARTNERS - SLDA-



Rassegna di giurisprudenza in Diritto della Assicurazioni Private a cura dell’Avv.Paolo de Angelis
ANNO II ° Ed n° 2    maro 2008


IN QUESTO NUMERO:


Editoriale
                   Carissimi amici,
                                                questo mese le nostre riflessioni torneranno nuovamente ad occuparsi del plurimandato.
Premetto che l’occasione è data dall’ allegata nota diramata dall’Antitrust che sembra aver acceso la sua attenzione sugli effetti dei c.d “patti aziendali“sottoscritti ormai da gran parte dei Gruppi agenziali nella misura in cui questi accordi, finiscono per incentivare quegli Agenti che  -. di fatto - manterranno lo status quo, rinunciando al plurimandato. Questa tipologia di accordi, come sottolinea l’Antitrust nella nota allegata, possono inficiare l’azione liberalizzatrice che ispirava Bersani e quindi la libera concorrenza e come tali potrebbero essere dichiarati illegittimi dall’Antitrust con tutte le conseguenze del caso-
E’ noto che l’avvento del plurimandato ha trovato la grande maggioranza degli Agenti di Assicurazione  ripetere mandati appartenenti al Regime 3 di cui agli art 6 e 6 bis  dall’ANA 2003.
E’ stato autorevolmente sostenuto che, all’indomani del entrata in vigore dei decreti Bersani, gli Agenti sono passati automaticamente dal Regime 3 al Regime 4 dell’ANA 2003 essendo venuta meno per tutti gli  Agenti l’ esclusiva di marchio salvo il settore vita.
 Ciò posto mi chiedo  fino a che punto sia vero quanto sopra, ma per non complicare troppo le cose  premetto che  non mi occuperò, in queste brevi note,  né degli effetti di eventuali esclusive di territorio né del problema del settore vita dove può ancora trovare applicazione l’esclusiva di marchio-
Per abbozzare un qualche approccio  all’interrogativo di cui sopra, sarà certo necessario  distinguere a seconda delle diverse  situazioni in cui un Agente si può venire a trovare; per semplicità  mi limito ad individuare  qui 4 tipologie che mi sembrano più ricorrenti  ma ve ne possono essere  certo altre : A) Agente con mandato già in Regime 3 che non ha sottoscritto accordi aziendali e non ha ancora assunto alcun nuovo mandato; B) Agente già in Regime 3 che ha sottoscritto accordi aziendali del tipo di cui in premessa e non ha assunto alcun nuovo mandato; C) Agente che ha sottoscritto accordi aziendali che hanno comportato l’applicazione di un  mandato conforme alla Bersani o che comunque abbia sottoscritto un nuovo mandato; D) Agenti che, indipendentemente da tutto, sono comunque già passati di fatto al plurimandato-
Non vi è dubbio che il Regime 4 si applichi senza dubbio a chi si trovi nell’ipotesi sub D)-
Le perplessità riguardano invece chi si trovi in una delle altre tre ipotesi.
Per le  ipotesi sub A) e sub B)) penso che sia possibile sostenere che il rapporto sia ancora regolato dal Regime 3. Infatti in tal caso si tratta di Agenti  che non hanno in alcun modo espresso la loro volontà, neanche per fatti concludenti,  di aderire al plurimandato che, quindi,  rimane per loro  una possibiltà che possono realizzare ma solo qualora lo vogliano, perché, è bene ricordarlo,  il plurimandato è un diritto dell’Agente non un obbligo. Tale discorso vale a maggior ragione per coloro che abbiano sottoscritto Patti aziendali che, pur senza escludere il plurimandato,  tendano univocamente  a rafforzare il monomandato-
I dubbi maggiori residuano per coloro che si trovino sub C). Infatti, pur con riserva di esaminare caso per caso il contenuto di ogni singolo accordo, si può presumere che i nuovi mandati contempleranno quasi certamente l’opzione plurimandato a favore dell’Agente. La sottoscrizione di un mandato conforme alle norme Bersani che come tale preveda espressamente – magari contemplando vistose differenze provvigionali, -  il plurimandato può determinare quella manifestazione di volontà da cui deriva l’applicazione del Regime 4 dell’ANA 2003 all’Agente che lo abbia sottoscritto.
Restando a disposizione di quanti volessero contribuire all’approfondimento del tema sopra proposto inviando alla mail di cui sotto le proprie  osservazioni,  eventuali suggerimenti, consigli, richiesta di approfondimenti e quant’altro del caso, porgo a tutti i miei migliori saluti ed un augurio cordiale di buon lavoro.

Avv. Paolo DE ANGELIS
 




            

Altri articoli scritti da STUDIO AVV PAOLO DE ANGELIS & PARTNERS - SLDA-

Ultimi commenti degli utenti

Mi piacerebbe una opinione sugli effetti di eventuali esclusive di territorio collegati agli aspetti liberalizzatrici della legge Bersani. Sembrerebbe che venendo a mancare il mandato in esclusiva dovrebbe non sussistere piu' i presupposti per l'esclusiva del territorio. di Cosa ne pensate?

22 Giugno 2010 ore 19:58:07 - Marco Rossi












Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades