FinanzaeDiritto sui social network
14 Dicembre 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




Decreto n.228 del 24.05.99

1 Gennaio 2007 - Autore: Redazione

MINISTERO DEL TESORO, DEL BILANCIO E DELLA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA
DECRETO 24 maggio 1999, n.228
Regolamento recante norme per la determinazione dei criteri generali cui devono essere uniformati i fondi comuni di investimento.

Art. 1.
Definizioni

1. Nel presente regolamento s┬┤intendono per:
a) "testo unico": il decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58;
b) "testo unico bancario": il decreto legislativo 1 settembre 1993,n. 385;
c) "fondo": il fondo comune di investimento come definito dall┬┤articolo 1, comma 1, lettera j), del testo unico;
d) "fondi armonizzati": i fondi comuni di investimento rientranti nell┬┤ambito di applicazione delle direttive comunitarie in materia e che possono essere commercializzati nel territorio dell┬┤Unione europea in regime di mutuo riconoscimento;
e) "mercato regolamentato": il mercato regolamentato iscritto nell┬┤elenco previsto dall┬┤articolo 63, comma 2, o nell┬┤apposita sezione prevista dall┬┤articolo 67, comma 1, del testo unico o altro mercato regolamentato regolarmente funzionante, riconosciuto e aperto al pubblico, specificato nel regolamento del fondo;
f) "fondi pensione": le forme pensionistiche complementari di cui al decreto legislativo 21 aprile 1993, n. 124, e successive modificazioni;
g) "fondazioni bancarie": gli enti conferenti di cui al decreto legislativo 20 novembre 1990, n. 356;
h) "investitori qualificati": le seguenti categorie di soggetti: le imprese di investimento, le banche, gli agenti di cambio, le societa┬┤ di gestione del risparmio (SGR), le societa┬┤ di investimento a capitale variabile (SICAV), i fondi pensione, le imprese di assicurazione, le societa┬┤ finanziarie capogruppo di gruppi bancari e i soggetti iscritti negli elenchi previsti dagli articoli 106, 107 e 113 del testo unico bancario; i soggetti esteri autorizzati a svolgere, in forza della normativa in vigore nel proprio Paese di origine, le medesime attivita┬┤ svolte dai soggetti di cui al precedente alinea;le fondazioni bancarie;le persone fisiche e giuridiche e gli altri enti in possesso di specifica competenza ed esperienza in operazioni in strumenti finanziari espressamente dichiarata per iscritto dalla persona fisica o dal legale rappresentante della persona giuridica o dell┬┤ente.

Per visionare il testo completo della normativa:
http://www.finanzaediritto.it/promotori_doc08.pdf




            

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento











Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades