ActivTraderApp
FinanzaeDiritto sui social network
18 Luglio 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




Co. Co. Pro. - indennità una tantum

12 Marzo 2010 - Autore: Dott. LUCIANO CHIARI - Commercialista


 

www.studiochiari.com

 

Co.Co.Pro. – indennità una tantum

 

            La Legge Finanziaria 2010 ha introdotto per il biennio 2010-2011, in via sperimentale, una misura di sostegno al reddito per i lavoratori cosiddetti Co.Co.Pro.

 

            Per accedere a tale indennità è necessario essere collaboratori a progetto, iscritti in via esclusiva alla gestione separata (quindi con aliquota 25,72% nel 2009 e 26,72 nel 2010), per i quali si è verificato l’evento di “fine lavoro” nel biennio 2010-2011.

 

            Tali soggetti per accedere a tale beneficio devono possedere i seguenti requisiti:

-         aver svolto la propria attività esclusivamente per un unico committente (requisito della monocommittenza); tale caratteristica deve essere riferita all’ultimo rapporto di lavoro, ossia a quello per il quale si è verificato l’evento di “fine lavoro” (rilevabile dalle denunce UNIEMENS);

-          avere un reddito lordo riferito all’anno 2009 per la domanda richiesta nel 2010 (anno precedente all’anno di riferimento, ossia all’anno in cui si verifica l’evento di perdita del lavoro) compreso tra 5.000 euro e 20.000 euro (requisito del reddito);

-         deve essere stata accreditata presso la gestione separata almeno una mensilità per il 2010, ossia per l’anno di riferimento in cui si è verificato l’evento di “fine lavoro” (requisito dell’accredito contributivo);

-         devono risultare senza contratto di lavoro da almeno due mesi (requisito assenza contratto di lavoro);

-         devono essere state accreditate nel 2009 - anno precedente - almeno tre mensilità nella gestione separata (requisito dell’accredito contributivo anno precedente).

 

            Per tali soggetti, come disposto dalla legge Finanziaria 2010, è prevista un’indennità una tantum che per l’anno 2010 è stata fissata pari al 30% del reddito percepito nell’anno 2009 e comunque non superiore ad Euro 4.000.

 

            I soggetti, per i quali sussistono i presupposti sopra indicati,  possono richiedere l’indennità presentando apposita domanda entro 30 giorni dalla data in cui si è verificato l’evento di fine lavoro.

 

            La domanda, compilata in ogni sua parte, va presentata alla sede INPS territorialmente competente tramite raccomandata A/R o tramite un ente di patronato che per legge offre assistenza gratuita. La domanda può essere compilata on line accedendo al sito dell’Istituto www.inps.it - sezione modulistica (Prestazione di indennità una tantum 2010 – SR)” Mod CoCoPro 2010), alternativamente la domanda può essere stampata e compilata manualmente. In entrambi i casi deve essere poi presentata alla sede INPS.

 

            Al fine di ottenere l’erogazione dell’indennità è necessario che gli interessati dichiarino l’immediata disponibilità al lavoro o a un percorso di riqualificazione professionale; inoltre in caso di rifiuto di un percorso di riqualificazione professionale o di un lavoro congruo il soggetto destinatario dei trattamenti di sostegno del reddito perde il diritto a qualsiasi erogazione di carattere retributivo e previdenziale, anche a carico del datore di lavoro, fatti salvi i diritti già maturati.

 




            

Altri articoli scritti da Dott. LUCIANO CHIARI - Commercialista

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento











Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades