CALEFFI: FATTURATO IN CRESCITA E MARGINALITA' IN SIGNIFICATIVO MIGLIORAMENTO AL 30 GIUGNO 2014

29 Agosto 2014 - Autore: Redazione


Il Consiglio di Amministrazione di CALEFFI, società specializzata nel segmento Home Fashion, ha approvato in data odierna la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2014.

L’Amministratore Delegato di CALEFFI Group, Guido Ferretti, ha così commentato: “Siamo molto soddisfatti dei risultati conseguiti nel semestre, grazie alle ottime performance del Gruppo sul mercato italiano (+15%) e alla crescita sui mercati internazionali, seppur più contenuta per effetto del rallentamento nell’area Est Europa. Ancor più significativa la ripresa della marginalità che, in linea con i piani aziendali, risulta nel semestre pressoché raddoppiata.
Forti dei risultati conseguiti, ci accingiamo ad affrontare la seconda parte dell’anno,
storicamente la più significativa in termini di fatturato e redditività, consapevoli delle difficoltà legate all’andamento generale dell’economia e dei consumi”.

Risultati consolidati al 30 giugno 2014

I ricavi sono pari a Euro 25,7 mln, in crescita del 13,2% rispetto al primo semestre 2013
(Euro 22,7 mln). Le vendite in Italia ammontano a Euro 22,4 mln in incremento del 15,1%
rispetto al primo semestre 2013 (Euro 19,5 mln). Le vendite realizzate all’estero registrano un incremento del 2% e si attestano a Euro 3,3 mln (Euro 3,2 mln al 30 giugno 2013). Il fatturato estero è realizzato per il 57% nei Paesi UE, per il 43% nei Paesi extra UE.
Il margine operativo lordo (EBITDA) è pari a Euro 1,1 mln, in significativo miglioramento
rispetto a Euro 0,5 mln al 30 giugno 2013; tale crescita è legata sia al volume d’affari che ad efficientamenti produttivi.
Il margine operativo netto (EBIT) è pari a Euro 0,5 mln, in miglioramento rispetto al dato
negativo per Euro 0,1 mln nel primo semestre 2013, dopo ammortamenti complessivi per Euro 0,6 mln.
Il risultato netto è negativo per Euro 0,1 mln, in miglioramento rispetto al dato negativo per
Euro 0,4 mln al 30 giugno 2013.
Gli investimenti in immobilizzazioni materiali effettuati nel semestre ammontano a Euro 0,7 mln (Euro 1,0 mln nel primo semestre 2013) e hanno riguardato in particolare l’apertura del nuovo negozio nello Shopinn Center Cinque Terre di Brugnato (SP) e l’acquisto di quadri e cilindri per la stampa dei tessuti.
L’indebitamento finanziario netto è pari a Euro 17,8 mln, in linea rispetto a Euro 17,0 mln
al 31 marzo 2014. L’indebitamento finanziario netto al 31 dicembre 2013 era pari a Euro 14,4 mln.

Andamento della Capogruppo e delle controllate Caleffi SpA
La Capogruppo ha chiuso il primo semestre 2014 con un fatturato di Euro 18,7 mln, in crescita del 14,4% rispetto a Euro 16,4 mln al 30 giugno 2013. L’EBITDA si attesta a Euro 0,8 mln, in significativo miglioramento rispetto al primo semestre 2013 (Euro 0,1 mln); l’EBIT è pari a Euro 0,4 mln (negativo per Euro 0,2 mln nel primo semestre 2013). Il semestre chiude in sostanziale pareggio rispetto ad un risultato netto negativo per Euro 0,4 mln nel primo semestre 2013.

Mirabello Carrara SpA
Il fatturato del primo semestre 2014 è pari a Euro 7,3 mln, +1,6% rispetto al primo semestre 2013 (Euro 7,1 mln). L’EBITDA è positivo Euro 0,4 mln, in linea rispetto al dato al 30 giugno 2013 (Euro 0,4 mln); l’EBIT è positivo per Euro 0,1 mln, in linea con il dato al 30 giugno 2013.
Il risultato netto è negativo per Euro 0,03 mln (negativo per Euro 0,04 mln al 30 giugno
2013).

Azioni proprie

Il totale delle azioni proprie della Capogruppo in portafoglio al 30 giugno 2014 ammonta a n.91.884 azioni, pari allo 0,74% del capitale sociale (n. 42.521 al 31 dicembre 2013).
L’assemblea dei soci del 30 aprile 2014 ha conferito al Consiglio di Amministrazione, in
continuità con la delibera assembleare del 30 aprile 2013, l’autorizzazione alla compravendita di azioni proprie sino al limite di legge. Tale autorizzazione è valida sino all’assemblea che approverà il bilancio 2014. La Mirabello Carrara SpA non detiene azioni proprie, né azioni della controllante Caleffi SpA.

Fatti di rilievo successivi alla chiusura del semestre ed evoluzione prevedibile della gestione
Non si registrano eventi significativi successivi al 30 giugno 2014.
La strategia del Gruppo per i prossimi anni sarà sempre più incentrata su negozi propri, estero,lusso e corner presso i principali clienti/department store. Tali driver di crescita hanno già contribuito in maniera determinante ai buoni risultati dell’esercizio 2013 e dei primi sei mesi del 2014. Il contesto generale rimane comunque piuttosto incerto a causa della situazione economica di alcuni mercati importanti, quali l’Italia in particolare e delle recenti tensioni internazionali che continueranno presumibilmente ad incidere negativamente sulle esportazioni. L’evoluzione prevedibile della gestione per il secondo semestre 2014 sarà inoltre influenzata da rischi ed incertezze dipendenti da molteplici fattori congiunturali non tutti inerenti la sfera di controllo del Gruppo e dall’oscillazione dei prezzi delle materie prime, del cotone in particolare.
Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Giovanni Bozzetti,
dichiara, ai sensi del comma 2 dell’articolo 154-bis del Testo Unico della Finanza, che
l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze
documentali, ai libri e alle scritture contabili.
 




            

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento












Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades