fxdemo
FinanzaeDiritto sui social network
19 Settembre 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




BUONUSCITA A SEI ZERI PER IL DG VIGNI DI MPS

11 Aprile 2012 - Autore: Redazione


Ecco cosa emerge dai documenti: 4 milioni di euro a titolo di buonuscita per l’ex direttore generale Antonio Vigni per incentivare la risoluzione anticipata del rapporto di lavoro che, assommati al trattamento di fine rapporto ed alle spettanze previste dal Contratto Nazionale di Lavoro per i Dirigenti di Aziende di Credito, raggiungerebbero la vetta dei 5,8 milioni.

Nella relazione si legge che “si e' mirato a coniugare, in tale passaggio, la politica di contenimento dei costi con l'obiettivo di assicurare a Vigni un adeguato riconoscimento per l'opera svolta in questi anni alla guida della banca". Un incentivo che si pone l’obiettivo di essere coerente con il trattamento praticato ai precedenti direttori generali, anche se il predecessore Emilio Tonini si era aggiudicato niente poco di meno che 10 milioni di euro.

Ed ecco che a Palazzo Salimbeni si dà il benvenuto al nuovo direttore generale, Fabrizio Viola, con un bonus di entrata pari a 140 mila  euro, confermando in toto le condizioni contrattuali di chi ha rivestito il suo ruolo prima di lui: retribuzione fissa di 1,4 milioni, oltre a variabile, benefits e durata minima garantita del contratto.




            

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento












Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades