FinanzaeDiritto sui social network
16 Luglio 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




BANCA PROFILO: RISULTATI PRELIMINARI DELL'ESERCIZIO 2014

11 Febbraio 2015 - Autore: Redazione


Il Consiglio di Amministrazione di Banca Profilo, riunitosi in data odierna, ha esaminato i dati preliminari individuali e consolidati.

Risultati Consolidati preliminari dell’esercizio 2014
In uno scenario macroeconomico di ancora grande incertezza, tornato a indebolirsi nel corso del terzo e quarto trimestre dell’anno, dopo una fase di stabilizzazione nel periodo a cavallo tra la fine del 2013 e l’inizio del 2014, Banca Profilo e le sue controllate hanno continuato, cosi come previsto nel Piano Industriale 2014-2016, nell’attività di sostegno e sviluppo del proprio modello di business, valutando nel continuo soluzioni per l’efficientamento e la razionalizzazione dello stesso.
Banca Profilo e le sue controllate chiudono l’esercizio 2014 con un risultato netto consolidato di 3,5 milioni di Euro, in crescita (+28,6%) rispetto ai 2,7 milioni dello scorso esercizio.
Al 31 dicembre 2014 la raccolta totale della clientela – inclusa la Raccolta Fiduciaria Netta - di Banca Profilo e delle sue controllate si attesta a 4.604 milioni di Euro, in crescita di 436 (10,5%) milioni di Euro rispetto ai 4.168 del 31 dicembre 2013.

La raccolta cresce in tutte le sue componenti: i) la raccolta indiretta sale di 352 milioni di Euro (+13,6%) passando dai 2.587 milioni di Euro del 31 dicembre 2013 ai 2.939 milioni di Euro del 31 dicembre 2014; al suo interno, rispetto allo scorso esercizio, l’incremento riguarda la raccolta relativa al risparmio amministrato (+20,4%) e la raccolta relativa all’attività estera (+17,9%) mentre si conferma stabile la raccolta del risparmio gestito; ii) la raccolta diretta si attesta a 728 milioni di Euro rispetto ai 666 milioni di Euro del 31 dicembre 2013 (+9,3%); iii) la raccolta fiduciaria netta, pari a 938 milioni di Euro sale di 22 milioni di Euro rispetto al dato del 31 dicembre 2013 (+2,4%).
Il totale dei ricavi netti consolidati è pari a 56,4 milioni di Euro, in aumento di 0,3 milioni di Euro rispetto al 31 dicembre del 2013.

Il margine di interesse registra una diminuzione di 7,3 milioni di Euro (-35,4%). Nel saldo del 2013 era presente una posta non ricorrente legata alla certificazione del credito nei confronti di una società del gruppo Lehman. Al netto di questa posta la differenza è dovuta principalmente alla riduzione della consistenza media del portafoglio AFS di Banca Profilo, alla diminuzione generalizzata dei tassi di mercato ed alla riduzione del contributo portato dai titoli in Loans e Receivable.

Le commissioni nette, pari a 21,5 milioni di Euro risultano in linea con il risultato dello scorso esercizio (-0,7%). Nel risultato dello scorso anno erano presenti commissioni di collocamento sul primario in gran parte compensate sul risultato netto dell’attività e dei dividendi. Al netto di quanto sopra riportato le commissioni mostrano una crescita positiva dell’11,6%. La crescita è legata alle commissioni di performance sui gestiti, alle commissioni di consulenza avanzata (Profilo Portfolio Advisory) negli amministrati, nonché alle operazioni legate alla nuova attività di Equity Capital Market.

Il risultato netto dell’attività finanziaria e dei dividendi, pari a 21,8 milioni di Euro, aumenta rispetto al risultato dello scorso esercizio di 8,4 milioni di Euro (+63,1%). Il risultato è dovuto al realizzo di plusvalenze sul portafoglio AFS e alle performance dell’area Finanza di Banca Profilo sia nella componente azionaria che nella componente obbligazionaria. L’aggregato degli altri proventi e oneri di gestione risulta in diminuzione di 0,7 milioni di Euro. Il saldo di questo esercizio comprende gli oneri per la chiusura del contenzioso relativo all’acquisto della controllata BPDG.

I costi operativi, pari a 45,4 milioni di Euro, sono in linea con i 45,1 milioni di Euro del 31 dicembre 2013 (+ 0,5 %). All’interno dell’aggregato risultano stabili le spese per il personale, pari a 28,0 milioni di Euro, nonostante il rafforzamento nelle sue componenti commerciali. In leggera riduzione le altre spese amministrative che passano dai 15,7 milioni di Euro del 31 dicembre 2013 ai 15,5 milioni di Euro del 31 dicembre 2014 (-1,5%) e in aumento le rettifiche di valore delle immobilizzazioni materiali e immateriali che si attestano a 1,9 milioni di Euro rispetto ai 1,5 milioni di Euro dello scorso esercizio.
Il risultato della gestione operativa di Banca Profilo e delle sue controllate è pari al 31 dicembre 2014 a 11,0 milioni di Euro, in aumento di 0,1 milioni di Euro rispetto ai 10,9 milioni di Euro del 31 dicembre 2013 (+0,7%).

Gli accantonamenti netti per rischi ed oneri sono pari a 0,7 milioni di Euro contro i 3,8 milioni di Euro dello scorso esercizio. L’importo è quasi interamente riconducibile all’evoluzione di un contenzioso pregresso di Banca Profilo. La voce dello scorso esercizio comprendeva gli accantonamenti relativi al contenzioso fiscale per gli anni dal 2006 al 2011.

Le rettifiche nette di valore sui crediti, risultano essere negative per 1,1 milioni di Euro. Il saldo era positivo di 0,2 milioni di Euro al 31 dicembre 2013. L’importo è da ricondurre a svalutazioni crediti effettuate da Banca Profilo. Le rettifiche di valore nette su altre attività e su partecipazioni sono al 31 dicembre 2014 pari a 1,6 milioni di Euro. Il dato è relativo alle svalutazioni di tre posizioni del portafoglio AFS di Banca Profilo.
Le imposte sul reddito dell’esercizio passano dai 4,3 milioni di Euro del 31 dicembre 2013 ai 3,7 milioni di Euro del 31 dicembre 2014, portando ad un utile netto di 3,5 milioni di Euro, in crescita del 28,6% rispetto al 2013.
I Fondi Propri consolidati di Banca Profilo , che non includono l’utile dell’esercizio 2014, ammontano a 160,7 milioni di Euro con un CET 1 Capital Ratio consolidato pari al 26,1%.

Risultati individuali preliminari dell’esercizio 2014
Banca Profilo S.p.A. chiude l’esercizio 2014 con un risultato netto pari a 2,4 milioni di Euro, in aumento (+6,8%) rispetto al 31 dicembre 2013.
Da un punto di vista reddituale la Banca chiude l’esercizio 2014 con ricavi netti per 47,3 milioni di Euro, stabili rispetto ai 47,4 milioni al 31 dicembre 2013 (-0,2%). Il margine di interesse è in diminuzione anno su anno di 7,1 milioni di Euro (-36,5%), in relazione alle medesime determinanti dei dati consolidati.
Le commissioni nette pari a 18,4 milioni di Euro sono in linea con il risultato dello scorso esercizio. Si segnala la crescita delle commissioni di performance sui gestiti, le commissioni di consulenza avanzata (Profilo Portfolio Advisory) negli amministrati, nonché le operazioni legate alla nuova attività di Equity Capital Market.

Il risultato netto dell’attività finanziaria e dei dividendi è in aumento rispetto al 31 dicembre 2013 di 7,7 milioni di Euro (+84,3%), in relazione ai risultati dell’area Finanza. Gli altri proventi e oneri di gestione ammontano al 31 dicembre 2014 a 0,4 milioni di Euro di costi mentre erano positivi per 0,3 milioni di Euro al 31 dicembre 2013. Al 31 dicembre 2014 la voce contiene oneri non ricorrenti per la definizione del contenzioso relativo all’acquisto della controllata BPDG.

I costi operativi, pari a 37,9 milioni di Euro aumentano di 0,9 milioni di Euro, rispetto ai 36,9 milioni di Euro al 31 dicembre 2013. L’incremento è da attribuirsi alle altre spese amministrative che passano dai 12,9 milioni di Euro del 31 dicembre 2013 ai 13,8 milioni di Euro del 31 dicembre 2014 (+7,2%). L’incremento è relativo principalmente al canone di affitto della nuova sede di proprietà di Profilo Real Estate e all’incremento delle spese di consulenza; le spese del personale pari a 23,2 milioni di Euro al 31 dicembre 2014 e le rettifiche di valore su immobilizzazioni materiali e immateriali pari a 0,8 milioni di Euro, si confermano in linea con i valori al 31 dicembre 2013.

Gli accantonamenti netti a fondi per rischi ed oneri al 31 dicembre 2014 sono pari a 0,7 milioni di Euro contro i 4,1 milioni di Euro del 31 dicembre 2013. Le rettifiche di valore nette sui crediti sono pari a 1,1 milioni di Euro di costi; nel 2013 il saldo era positivo per 0,2 milioni di Euro.

Le rettifiche di valore nette su altre attività e su partecipazioni sono al 31 dicembre 2014 pari a 1,6 milioni di Euro.
L’utile pre tasse si attesta quindi a 6,1 milioni di Euro contro i 6,5 milioni di Euro del 31 dicembre 2013 (- 6,7%) che, al netto di 3,7 milioni di Euro di imposte, porta ad un utile netto pari a 2,4 milioni di Euro, in aumento di 0,2 milioni di Euro (+6,8%) rispetto al risultato dello scorso esercizio.




            

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento












Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades