directa
FinanzaeDiritto sui social network
13 Novembre 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




ASSOSIM: PRESENTAZIONE ANALISI DATI DI NEGOZIAZIONE DEGLI ASSOCIATI NEL PRIMO SEMESTRE 2014

23 Luglio 2014 - Autore: Redazione


ASSOSIM, l’Associazione Italiana degli Intermediari Mobiliari, ha presentato oggi la tradizionale analisi sui dati semestrali sulle transazioni poste in essere dalle proprie Associate sui mercati gestiti da BORSA ITALIANA S.p.A., su EUROTLX, su HI-MTF, su BATS CHI-X e nella veste di Internalizzatori Sistematici.

Dalla classifica Equity elaborata aggregando i volumi scambiati dagli intermediari Associati in conto terzi su MTA, Bats Chi-X ed, eventualmente, in qualità di internalizzatori sistematici – si evidenzia la prima posizione di FINECOBANK, con una quota di mercato del 17,56%; seconda IWBANK, con una quota dell’11,28%; terza BANCA IMI, con una quota del 9,50%. Nella classifica per numero delle operazioni (Vedi pag. 6), FINECOBANK evidenzia una quota di mercato del 15,66%; BANCA IMI del 12,10%; IWBANK dell’8,92%;

Dalla classifica Bonds elaborata aggregando i volumi scambiati dagli intermediari Associati in conto terzi su MOT, Eurotlx, Hi MTF ed, eventualmente, quello internalizzato dagli intermediari stessi – si evidenzia la prima posizione di BANCA IMI, con una quota di mercato del 22,24%; seconda BANCA AKROS, con una quota di mercato del 16,03%; terza ICCREA BANCA, con una quota di mercato dell’11,44%; Nella classifica per numero delle operazioni (Vedi pag. 7) BANCA IMI evidenzia una quota di mercato del 26,32%; BANCA AKROS del 12,45%; UNICREDIT BANK AG dell’11,13%;

Il controvalore totale degli scambi sul mercato azionario di Borsa Italiana, pari in valore assoluto a 373 miliardi di euro, è aumentato del 31,27% rispetto al medesimo periodo del 2013, mentre il numero dei contratti scambiati, pari a 35 milioni, è aumentato del 16,68%. Relativamente all’andamento degli indici azionari, il FTSE Italia Mib Storico ha fatto registrare una crescita dell’11,10%; il FTSE Mib del 12,20% e il FTSE Italia Star del 7,30%. Le azioni del FTSE Mib hanno rappresentato circa il 72,20% del numero dei contratti scambiati sul mercato azionario di Borsa Italiana e l’89,70% dei controvalori negoziati;

Sul MOT, i controvalori scambiati sono diminuiti del 2,12%; complessivamente sono stati scambiati 188 miliardi di euro di controvalore a fronte di 2,7 milioni di contratti. Rallenta l’attività di internalizzazione sistematica su titoli a reddito fisso, quotati e non quotati, realizzata da BANCA AKROS, BANCA IMI, BPER e MPS CAPITAL SERVICES, rispetto al primo semestre del 2013 il controvalore internalizzato è diminuito del 43,30%;

Su EuroTLX, il numero di contratti scambiati è diminuito dello 0,84% rispetto al 2013, mentre il controvalore totale degli scambi è aumentato dell’1,44%;

Su HI-MTF è diminuito sia il controvalore totale degli scambi (-5,90%) che il numero di operazioni concluse (-12,90%). Rispetto al primo semestre 2013 si segnala la crescita del controvalore sui Titoli di Stato Italiani (+10,30%);

Si segnala anche la buona performance del SeDeX, dove, nel primo semestre 2014, sono stati scambiati controvalori per 13 miliardi (+66,76%) a fronte di 1,1 milioni di contratti (+34,29% rispetto al medesimo periodo del 2013). In lieve crescita anche il mercato ETFPlus, dove sono stati scambiati 37 miliardi di controvalore (+0,38%) rispetto al medesimo periodo del 2013);

Chiusura positiva anche per il mercato degli strumenti finanziari derivati IDEM: in totale sono stati scambiati 19,4 milioni di contratti (+18,59% rispetto al primo semestre 2013). In dettaglio: Index Futures (+8,00%), Index MiniFutures (+31,68%), Index Option (+25,71%), Stock Futures (-64,90%), Stock Option (+24,08%), Single Stock Dividend Futures (+780%), Electricity Futures (+68,29%) e Wheat Future (-75,45%);

Dalle classifiche riferite ai volumi intermediati in conto terzi nei vari mercati gestiti da BORSA ITALIANA S.p.A., si evidenzia la prima posizione di: FINECOBANK su MTA con il 14,98% del mercato, su Futures su Indice con il 9,68% del mercato e su Mini Futures su Indice con il 47,87% del mercato; BANCA IMI su Domestic MOT con il 20,48% del mercato, su EuroMOT con il 27,11% del mercato, sul SeDex con il 16,11% del mercato e su ETFplus il 13,16% del mercato; INTERMONTE SIM su Opzioni su Azioni con il 14,49% del mercato e su Futures su Azioni con il 28,80% del mercato; BANCA SELLA HOLDING su Opzioni su Indice con il 9,53% del mercato; BANCA AKROS su IDEX con l’89,18% del mercato;

Dalla classifica riferita ai volumi intermediati in conto terzi su EuroTLX, si evidenzia la prima posizione di BANCA IMI con una quota di mercato del 27,85%, seguita da UNICREDIT BANK AG con una quota di mercato del 17,80% e da BANCA AKROS con una quota di mercato del 16,95%;

Dalla classifica riferita ai volumi intermediati in conto terzi su HI-MTF, si evidenzia la prima posizione di BANCA AKROS con il 32,46% del mercato, seguita da ICCREA BANCA con una quota di mercato del 24,85% e da BANCA ALETTI con una quota di mercato del 23,22%;

Dalla classifica sui volumi intermediati in conto terzi su BATS CHI-X, si evidenzia la prima posizione di UBS LIMITED con il 26,92% del mercato, seguita da BANCA IMI con una quota di mercato del 16,04% e da KCG EUROPE LIMITED con una quota di mercato del 6,94%;

Dalle classifiche riferite ai volumi intermediati in conto proprio nei vari mercati gestiti da BORSA ITALIANA S.p.A., si evidenzia la prima posizione di: MORGAN STANLEY su MTA con il 9,82% del mercato e su Opzioni su Indice con il 13,02% del mercato, BANCA IMI su Domestic MOT con il 13,05% del mercato e su IDEX con il 6,53% del mercato; BANCA SELLA HOLDING su EuroMOT con il 29,68% del mercato e su Mini Futures su Indice con il 6,67% del mercato; SOCIETE GENERALE su SeDex con il 24,02% del mercato e su ETFPlus con il 7,78% del mercato; DEUTSCHE BANK AG LND su Futures su Indice con l’1,60% del mercato; INTERMONTE SIM su Opzioni su Azioni con il 17,33% del mercato e su Futures su Azioni con il 21,15% del mercato;

Dalle classifiche riferite ai volumi totali intermediati (conto proprio e conto terzi) nei vari mercati gestiti da BORSA ITALIANA S.p.A., si evidenzia la prima posizione di: FINECOBANK su MTA con il 6,74% del mercato, su Futures su Indice con il 3,70% del mercato e su Mini Futures su Indice con il 13,58% del mercato; BANCA IMI su Domestic MOT con il 16,09% del mercato e su EuroMOT con il 23,09% del mercato, UNICREDIT BANK AG su SeDex con il 12,22% del mercato; SOCIETE GENERALE su ETFplus con il 6,92% del mercato; INTERMONTE SIM su Opzioni su Azioni con il 16,33% del mercato e su Futures su Azioni con il 23,70% del mercato; MORGAN STANLEY su Opzioni su Indice con il 10,82% del mercato; BANCA AKROS su IDEX con l’11,59% del mercato.

 




            

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento












Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades