Stocks it
FinanzaeDiritto sui social network
25 Agosto 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




AGEVOLAZIONI PER NUOVE IMPRESE

11 Dicembre 2009 - Autore: STUDIO DE PRISCO - Dott. Salvatore DE PRISCO


 

Agevolazioni pubbliche per mettersi in proprio

Autoimprenditorialità, autoimpiego e lavoro autonomo: le agevolazioni di Invitalia

Autoimprenditorialità, autoimpiego e microimpresa, lavoro autonomo: sono gli strumenti messi a disposizione da Invitalia, l'Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa ex Sviluppo Italia, per agevolare chi vuole avviare un'attività imprenditoriale.

Tra  il variegato mondo di agevolazioni presenti sul territorio nazionale  e regionale, quelle di Invitalia sono di sicuro le più efficaci ed idonee per chi vuole intraprendere un nuovo progetto d’impresa senza che debba necessariamente avere ingenti risorse finanziarie. L’agenzia di sviluppo, infatti, prevede una serie di servizi ed agevolazioni unici nel vasto panorama delle agevolazioni pubbliche.

Le agevolazioni esistono sia per il lavoro svolto sotto forma di ditta individuale, sia per quello svolto in forma di società (di persone o di capitali) e sono finanziate anche le cooperative.

I fondi sono garantiti dal rifinanziamento della Legge n. 185/2000 che prevede ai Titoli I e II gli strumenti dell' autoimprenditorialità e dell'autoimpiego. La prima consente alle nuove imprese composte da giovani tra i 18 ed i 35 anni, o a quelle già esistenti in cui gli stessi siano da almeno 3 anni soci di società di capitali, di finanziare attività dirette alla produzione di beni e servizi per le imprese. L' AUTOIMPIEGO, attraverso la suddivisione in Microimpresa e Lavoro Autonomo, consente di agevolare iniziative societarie e/o individuali il cui mercato di riferimento è differente dal sistema d'impresa. Previsti contributi a fondo perduto e mutuo agevolato, nonché la copertura delle spese di gestione per il primo anno di attività.

Di seguito una sintesi delle varie agevolazioni.

 

AUTOIMPRENDITORIALITA' (Titolo I - L. n. 185/00)

Possono essere ammesse ai benefici società, di nuova costituzione, società già esistenti (da almeno 3 anni), cooperative di produzione e lavoro e cooperative sociali nuove o già esistenti. Sono escluse le ditte individuali, le societa' di fatto e le societa' aventi un unico socio. Non rientrano in attività ammissibili i servizi alla persona, alle amministrazioni pubbliche, le attività nel campo del settore sanitario, il commercio ed il turismo.

Giovani con età compresa tra i 18 ed i 35 anni, con maggioranza assoluta numerica e di quote di partecipazione, residenti alla data del 1° gennaio 2000, ovvero da almeno sei mesi all'atto della presentazione della domanda nel Mezzogiorno. Le cooperative sociali devono prevedere al loro interno una quota pari ad almeno il 30 per cento di soggetti svantaggiati, i quali sono esclusi dal possesso dei requisiti sia dell'età che della residenza.

Rientrano nell'agevolato la produzione di beni e di servizi alle imprese.

Sono ammissibili le spese sostenute successivamente alla presentazione della domanda di ammissione alle agevolazioni.

Nell'ambito delle spese ammissibili dobbiamo distinguere tra :

a) Progetti nel settore della produzione di beni e servizi alle imprese e nel settore dei servizi. Rientrano in ammissibile le relative spese:

•studio di fattibilità;

•terreno (limitatamente al mutuo agevolato per progetti relativi alla produzione di beni nei settori dell'artigianato e dell'industria);

•opere edilizie da acquistare o da eseguire, compresi gli oneri dovuti per l'eventuale concessione edilizia e le spese necessarie per la progettazione esecutiva (esclusi i progetti relativi alla fornitura di servizi);

•allacciamenti, impianti, macchinari ed attrezzature e altri beni materiali ed immateriali ad utilità pluriennale direttamente collegati al ciclo produttivo.

b) Spese di gestione . Nell'ambito delle spese di gestione individuiamo:

•acquisto di materie prime, di semilavorati e di prodotti finiti;

•prestazioni di servizi;

•oneri finanziari (esclusi gli interessi relativi al mutuo)

E' prevedibile ipotizzare un contributo pari al 40-45 per cento a fondo perduto ed il restante 55-60 per cento da restituire con tasso agevolato. Le spese di gestione per il primo anno sono finanziabili al 100 per cento.

 

 

AUTOIMPIEGO (Titolo II – L. n. 185/00)

MICROIMPRESA

Per accedere alle agevolazioni occorre costituire una società di persone, quindi sono dunque escluse le ditte individuali , le cooperative e le società di capitali.

Per presentare la domanda, almeno la metà numerica dei soci che detiene almeno la metà delle quote, deve essere:

•maggiorenne alla data di presentazione della domanda;

•non occupato alla data di presentazione della domanda;

•residente nel territorio nazionale alla data del 1 gennaio 2000 oppure da almeno sei mesi alla data di presentazione della domanda, nel rispetto della normativa comunitaria e nazionale vigente in materia.

Le iniziative possono riguardare la produzione di beni e la fornitura di servizi .

L'investimento complessivo non può superare i 129.114 Euro Iva esclusa

LAVORO AUTONOMO

In questo caso le agevolazioni sono destinate a nuove ditte individuali. Sono dunque escluse le società (di capitale e di persone) e le cooperative.

La normativa richiede per l'accesso:

- residenza alla data del 1° gennaio 2000, ovvero da almeno sei mesi all'atto della presentazione della domanda nel Mezzogiorno;

- condizione di non occupazione;

- maggiorenne alla data di presentazione della domanda.

Sono agevolabili tutte le iniziative imprenditoriali quali industria, servizi e commercio. Sono però escluse quelle relative ad agricoltura e pesca.

Il limite massimo è pari a 25.823 euro.

Sia per la Microimpresa che per il Lavoro Autonomo è previsto un contributo pari al 50% dell’investimento a fondo perduto e il restante 50% a tasso agevolato.

E’ previsto anche un contributo a fondo perduto per le spese di gestione del 1° anno di attività.

FRANCHISING

Può essere agevolata una nuova iniziativa in forma di ditta individuale o di società, da realizzare con Franchisor accreditati con Invitalia.

Le agevolazioni finanziarie previste riguardano: gli investimenti (con contributo a fondo perduto e a tasso agevolato), le spese di gestione (a fondo perduto) e i servizi di assistenza tecnica e gestionale.

 

Dott. Salvatore De Prisco




            

Altri articoli scritti da STUDIO DE PRISCO - Dott. Salvatore DE PRISCO

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento












Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades