ActivTraderApp
FinanzaeDiritto sui social network
23 Febbraio 2019  le interviste  |  professionisti  |  chi siamo  |  forum  |  area utenti  |  registrati

            




BUY OPPORTUNITY DEL 19 SETTEMBRE 2010

19 Settembre 2010 - Autore: Dott. Andrea GiampÓ


 

 

 

Fondi Comuni e sicav

 

 

Gentilissimi Lettori,

 

 

la maggior parte degli scandali finanziari che ha coinvolto i risparmiatori italiani, su tutti i famigerati bond argentini, hanno generato importanti perdite sui portafogli degli investitori. Sicuramente il principale problema è che alcuni emittenti (aziende o governi) non hanno onorato i propri debiti e questo è gravissimo. La situazione è stata notevolmente peggiorata, però, dal fatto che molti investitori (o i loro consulenti) non si siano interrogati sull’unico metodo per tutelare i propri capitali: la diversificazione. A posteri abbiamo sentito parlare di bond argentini, Parmalat, Cirio che arrivavano a pesare anche il 100% dei risparmi dell’investitore!?!?

 

Considerando che l’acquisto di un bond ha una logica se almeno l’investimento è pari a 10.000 euro, un’adeguata diversificazione con peso per emittente del 5% cadauno comporta almeno la necessità di avere euro 200.000 da investire. Non avendo tutte le famiglie italiane simili risparmi, necessita trovare una soluzione per evitare rischi di concentrazione.

 

Ritengo che gli strumenti più adeguati per gestire portafogli sotto euro 200.000 siano i fondi comuni e le sicav, strumenti giuridicamente e fiscalmente diversi ma con la stessa logica operativa: raccogliere denaro e gestirlo in modo professionale in base ad una delega ricevuta e riportata in un prospetto informativo. Ogni fondo o sicav avrà un profilo di rischio che dipenderà dagli strumenti acquistabili (bond, azioni, valute, materie prime, derivati).

 

La maggior parte dei fondi e sicav ha un portafoglio che ammonta almeno a ottanta titoli, ma è possibile raggiungere un numero notevolmente superiore in relazione alla capitalizzazione ottenuta.

 

Per una guida all’investimento in fondi e sicav uno dei migliori siti internet è www.morningstar.it, una società di analisi che per ogni strumento crea una scheda informativa, valutando l’andamento storico, la rischiosità, la capitalizzazione ed esprimendo un giudizio quantitativo ed  un giudizio qualitativo. Le cinque stelle sono il miglior giudizio quantitativo assegnabile da morningstar. I fondi analizzati sono nati da almeno tre anni. Sul sito inoltre è possibile fare classiche in base al giudizio (rating), in base al rendimento, dividendo i fondi per categorie specifiche.

 

Se l’argomento è d’interesse, potrete consultare il nostro portafoglio virtuale su www.finanzaediritto.it, dove sono indicati alcuni dei miglior fondi per rapporto rischio rendimento.

 

In passato molti investitori italiani hanno realizzato rendimenti disastrosi anche con i fondi comuni disaffezionandosi a questo tipo di strumento. Il problema è prettamente di tipo commerciale: in linea generale le banche e i promotori sono interessati a collocare i prodotti di casa perché maggiormente redditizi. La maggior parte delle banche italiane è però ormai in grado di collocare un’offerta ampia delle principali case di gestione, che sono capaci di attrarre capitali principalmente per le performance ottenute. Le principali case di gestione per rendimenti e masse sono estere: citerei Templeton, Carmignac, Fidelity, Schoeder, Black Rock.

 

Cordiali saluti e buon lavoro a tutti.

 

 

 

 

 

Andrea Giampà TM

uropean Financial Planner TM

 

 




            

Altri articoli scritti da Dott. Andrea GiampÓ

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento










cfsrating



Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades