Milano Expo 2015

Forum con commenti a notizie economiche, idee e suggerimenti per la gestione amministrativa, commerciale, risorse umane dell'azienda.
semolino
Messaggi: 1
Iscritto il: mar 25 ago 2009, 13:38

Re: Milano Expo 2015

Messaggioda semolino » mar 25 ago 2009, 13:40

Lucio Stanca, ad di Expo 2015, al Meeting di Rimini
L’Expo 2015 protagonista al Meeting di Cl, giunto alla 30esima edizione, nei padiglioni di Rimini Fiera il cui tema, quest'anno è "La conoscenza è sempre un avvenimento".
Lucio Stanca, amministratore delegato di Expo 2015, prenderà parte a un dibattito sull’Expo con Carlo Petrini di Slow Food, Giorgio Vittadini e Sandro Bicocchi, rispettivamente presidente e vice presidente della Fondazione per la Sussidiarietà, che si terrà domani, martedì, alle 19 nella sala 2 della Fiera.

bister
Messaggi: 2
Iscritto il: mer 26 ago 2009, 13:04

Re: Milano Expo 2015

Messaggioda bister » mer 26 ago 2009, 13:05

Si è chiuso con la proposta di Giorgio Vittadini che fare ogni anno al Meeting la verifica nella marcia di avvicinamento al 2015, l’incontro che ieri sera lo ha visto protagonista con Carlin Petrini e Lucio Stanca Verso l’Expo 2015.

Il primo a prendere la parola è stato proprio il presidente di Slow Food che sul tema dell’esposione “Nutrire il pianeta: energia per la vita” ha ricordato come la manifestazione da attendersi non deve essere caratterizzata solo dalle performance infrastrutturali e di sviluppo urbanistico per Milano e la Lombardia, piuttosto il suo valore sarà nella «capacità di far riflettere il mondo sui problemi dello squilibrio alimentare del nostro tempo e di elaborare progetti concreti per porvi rimedio». Petrini ha anche ricordato che nel mondo un miliardo di persone sono sottoalimentate mentre un altro miliardo soffre degli eccessi nell’uso del cibo e inoltre che enormi quantità di alimenti vengono sprecate giornalmente. «C’è stata un’opera sistematica di distruzione della civiltà contadina da parte di forze dell’economia tese a favorire non la produzione del bene alimentare quanto la sua commercializzazione e il consumo, con esiti perversi di bassi ricavi per l’agricoltore, lauti guadagni all’intermediazione e costi elevati per il consumatore finale, che si ritrova in frigorifero prodotti inutili da buttare periodicamente per scadenza». Per Petrini “l’Expo dovrà condurre a un nuovo umanesimo, che collochi il rapporto con il cibo in una dimensione nuova che ponga obiettivi ambiziosi come il riconoscimento della sovranità alimentare di ogni popolo avviando concrete battaglie contro lo spreco degli alimenti».
La parola è passata poi a Lucio Stanca, amministratore delegato di Expo 2015 spa, che dopo essersi detto «quasi d’accordo con Petrini» ha voluto sottolineare con forza che questa grande manifestazione “è anzitutto un fatto di rilevanza nazionale e non riguarda solo Milano e la Lombardia. Tutto il paese sarà chiamato a concorrere alla sua preparazione». Stanca non vede poi contrapposizione tra l’esigenza di corrispondere adeguatamente al tema della manifestazione e le esigenze di predisporre una sede adatta e interessante ove richiamare il mondo intero a conoscere, dibattere i problemi dell’alimentazione e anche progetti di intervento. Inoltre ha sottolineato come l’Expo sarà un palcoscenico planetario per i temi della nutrizione e che la infrastrutture che saranno realizzate con sobrietà e dovranno essere la dimostrazione delle possibilità di coniugare sviluppo urbano e rispetto dell’ambiente. Tra le novità dell’Esposizione l’introduzione della cooperazione internazionale, «sulla quale abbiamo già iniziato a operare», ha inoltre ricordato che l’eredità sarà il Centro dello sviluppo sostenibile. «L’Expo non sarà una fiera di oggetti in mostra, ma un avvenimento di conoscenza delle diverse forme di agricoltura nel mondo, di scambi di esperienze di progetti nutrizionali: occasioni di coinvolgimento anche del volontariato e del vasto mondo del non profit». E il coinvolgimento dei giovani è stato un punto sottolineato anche con la ripresa della proposta emersa ai recenti Stati generali di un Erasmus per far venire in Italia i giovani.
A Giorgio Vittadini è toccato al termine tracciare uno scenario delle possibilità di sviluppo attraverso il tema nutrizionale dell’Expo, ma con l’attenzione all’integralità dell’uomo, pur nella varietà dei suoi rapporti con il lavoro, l’ambiente o la tecnologia. «L’Expo è una grande possibilità di ripensare e di esprimere chi siamo», sul rispetto dell’ambiente Vittadini ha sottolineato che «lo scempio dell’ambiente è anticristiano, la Creazione è di Dio, la natura non è mia, è in affitto». E dopo un riferimento allo scempio del territorio del nord Milano ha detto «adoro i grattacieli e la foresta intorno a Milano, in questo la penso all’opposto di Cementano». Ha altresì auspicato il ripristino dell’agricoltura, soprattutto con riferimento al Parco sud di Milano. Infine ha indicato tre punti perché l’Expo sia qualcosa che parta dalla coscienza di un’identità: il ripristino del territorio; un appello mondiale a discutere partendo dalle nostra ipotesi, «come avviene al Meeting dove c’è un’identità capace di dialogare»; ma soprattutto i giovani che sono il punto più sensibile.

sos100
Messaggi: 1
Iscritto il: mar 8 set 2009, 19:01

Re: Milano Expo 2015

Messaggioda sos100 » mar 8 set 2009, 19:02

“Oggi è un giorno importante per l’Expo 2015, le idee e le emozioni sulle quali si basa il nostro progetto stanno prendendo concretezza. I motori della nostra squadra stanno già girando a pieno regime. L’idea del Masterplan, concepita da cinque architetti di sicura fama mondiale, è l’innovativa sintesi tra tradizione e modernità capace, allo stesso tempo, di creare un immaginario di grande effetto ma di altrettanta sobrietà. Il Masterplan interpreta la forza del tema “Nutrire il pianeta, Energia per la vita”, di grande valore culturale e fondamentale significato per l’umanità intera. La dimensione universale del nostro Expo sarà innanzitutto la possibilità di vivere un’esperienza indimenticabile e formativa, soprattutto per i giovani. Il concept elaborato per Expo 2015 declina il tema nella più efficace forma architettonica e urbanistica. Nel lavoro presentato oggi creatività e funzionalità diventano una sola cosa, per la prima volta in un’Expo non c’è distinzione alcuna tra forma e sostanza, tra utopia e realtà”.
Lucio Stanca Amministratore Delegato di Expo 2015 S.p.A.

link21
Messaggi: 1
Iscritto il: mer 9 set 2009, 10:18

Re: Milano Expo 2015

Messaggioda link21 » mer 9 set 2009, 10:21

le parole di Stanca, sos100, sono istutuzionali. Non vanno molto considerate. Cosa vuoi che dica? Che hanno tagliato tutto?
dalla infrastrutture alla tavolona :(. Come al solito a milano toccano le briciole
Il nuovo simbolo del 2015 sarà infatti un viale lungo quanto gli Champs Elysées di Parigi, le Ramblas di Barcellona o, per rimanere a Milano, corso Buenos Aires. Una tavola planetaria, l’hanno ribattezzata gli architetti internazionali che l’hanno immaginata ispirandosi all’Ultima cena di Leonardo. Un boulevard che simboleggi il tema dell’alimentazione dove la gente potrà riunirsi, toccare, annusare, mangiare. E i Paesi di tutto il mondo si sederanno e imbandiranno i loro prodotti in un orto con tutte le colture del pianeta, che rimarrà in eredità come un grande parco. Perché dopo aver pensato alle forme più fantasiose, gli architetti hanno deciso di puntare sulla natura, su strutture flessibili di vetro e acciaio che, dopo l’evento, al 90% verranno smontate e, magari, rimontate nei vari Paesi. Senza cemento. Per un’ Expo che dice addio ai grandi monumenti delle Esposizioni del passato. Da milanese sono deluso da queste strutture minimaliste usa e getta
come al solito a milano toccano le briciole...della tavola

come
Messaggi: 1
Iscritto il: ven 11 set 2009, 9:48

Re: Milano Expo 2015

Messaggioda come » ven 11 set 2009, 9:49

Bruno Ermolli risponde alla Moratti su Expo e la dice così: «Si costruirà molto intorno all’Expo, ci sarà molto da fare in infrastrutture e per le strutture ricettive». E «ci saranno le residenze intorno all’area espositiva, ci saranno le infrastrutture. Senza colate di cemento», fa eco il sindaco Moratti. Mentre di fronte a chi le ricorda il monito del cardinal Tettamanzi, che ha chiesto più attenzione al tema dell’a ccoglienza nel preparare il 2015, dribbla la polemica: «Ho avuto un bellissimo incontro con il cardinal Ruini e il cardinale ha commentato con favore la positività dei progetti di cooperazione internazionale che Expo ha iniziato e continuerà a sviluppare».

dotdot
Messaggi: 2
Iscritto il: lun 21 set 2009, 18:06

Re: Milano Expo 2015

Messaggioda dotdot » lun 21 set 2009, 18:20

expo va a Tokyo.
Expo 2015 S.p.A. ha partecipato a Tokyo alla Sessione plenaria dell’Italy-Japan Business Group che si è tenuta all’Istituto Italiano di Cultura. L’incontro ha rafforzato i legami di amicizia e di collaborazione con la comunità economica giapponese.
Credo che invece di rafforzare legami con paesi troppo lontani dovremmo affrontare i problemi vicini: governance, poteri, budget, progetti e piani di spesa da verificare continuamente.
Questìultimo punto soprattutto

community
Messaggi: 2
Iscritto il: lun 16 nov 2009, 17:02

Re: Milano Expo 2015

Messaggioda community » lun 16 nov 2009, 17:07

vedo che si è un po spento il forum sull'expo 2015. Non mi stupisce anche se dagli stati generali in poi da milanese coinvolto posso dire che le cose procedono decisamente meglio. Poi con l'elezione della provincia di Podestà il centro destra non ha più scuse e si assume la responsabilità politica e organizzativa dell'evento avento tutta la catena del valore: governo, regione, comune e provincia
speriamo bene

sebast
Messaggi: 2
Iscritto il: mer 9 dic 2009, 13:29

Re: Milano Expo 2015

Messaggioda sebast » mer 9 dic 2009, 13:32

expo è una manifestazione politica presa in mano dalla destra in maniera totale (un monocolore dal governo al comune passando per provincia e regione).
Sarà tutto dato in mano agli amici degli amici... non vi sono dubbi che l'unico impatto zero sarà quello del popolo
ciao scusate lo sfogo

sarameda
Messaggi: 1
Iscritto il: mer 9 dic 2009, 13:34

Re: Milano Expo 2015

Messaggioda sarameda » mer 9 dic 2009, 13:35

x sabast: quello che dici è smentito dai fatti. La provincia di Milano era politicamente governata dal centro sinistra con Penati. Ciao studia meglio la cronoca (se nn la storia)

sebast
Messaggi: 2
Iscritto il: mer 9 dic 2009, 13:29

Re: Milano Expo 2015

Messaggioda sebast » gio 10 dic 2009, 14:03

x sara : infatti la provincia lo scorso anno contava quasi zero


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti