Milano Expo 2015

Forum con commenti a notizie economiche, idee e suggerimenti per la gestione amministrativa, commerciale, risorse umane dell'azienda.
inter20
Messaggi: 8
Iscritto il: mer 27 feb 2008, 19:45

Re: Milano Expo 2015

Messaggioda inter20 » gio 3 apr 2008, 11:10

Smirne ha dichiarato di aver perso 50 miliardi dalla mancata vincita. Quindi il mio post di prima esprime dati per difetto

stoploss
Messaggi: 6
Iscritto il: gio 3 apr 2008, 11:18

Re: Milano Expo 2015

Messaggioda stoploss » gio 3 apr 2008, 11:23

in che modo l'alimentazione e le energie rinnovabili possono andare a braccetto? sarebbero temi molto interessanti...invece delle solite colate di cemento.

admaiora
Messaggi: 3
Iscritto il: gio 3 apr 2008, 11:27

Re: Milano Expo 2015

Messaggioda admaiora » gio 3 apr 2008, 11:30

A Milano ci saranno opere di riqualificazione sponde canale e la via d'acqua collegherà la Darsena col il sito Expo e si estenderà per olre 15 km. Ai milanesi doc che si tramdano l'era dei navigli da generazioni (e per chi ricorda i "Promessi sposi") non può che fare piacere :D :D

admaiora
Messaggi: 3
Iscritto il: gio 3 apr 2008, 11:27

Re: Milano Expo 2015

Messaggioda admaiora » gio 3 apr 2008, 11:46

All’Expo i grandi problemi dello sviluppo sostenibile:
L’Expo 2015 sarà uno straordinario evento universale che darà visibilità alla tradizione, alla creatività e all’ innovazione nel settore dell’alimentazione, raccogliendo tematiche già sviluppate dalle precedenti edizioni di questa manifestazione e riproponendole alla luce dei nuovi scenari globali al centro dei quali c’è il tema del diritto ad una alimentazione sana, sicura e sufficiente per tutto il pianeta.
Ecco alcuni dei temi di lavoro e di dibattito:

Rafforzare la qualità e la sicurezza dell’alimentazione, vale a dire la sicurezza di avere cibo a sufficienza per vivere e la certezza di consumare cibo sano e acqua potabile;
Assicurare un’alimentazione sana e di qualità a tutti gli esseri umani per eliminare la fame, la sete, la mortalità infantile e la malnutrizione che colpiscono oggi 850 milioni di persone sul Pianeta, debellando carestie e pandemie;
Prevenire le nuovi grandi malattie sociali della nostra epoca, dall’obesità alle patologie cardiovascolari, dai tumori alle epidemie più diffuse, valorizzando le pratiche che permettono la soluzione di queste malattie;
Innovare con la ricerca, la tecnologia e l’impresa l’intera filiera alimentare, per migliorare le caratteristiche nustritive dei prodotti, la loro conservazione e distribuzione;
Educare ad una corretta alimentazione per favorire nuovi stili di vita in particolare per i bambini, gli adolescenti, i diversamente abili e gli anziani;
Valorizzare la conoscenza delle “tradizioni alimentari” come elementi culturali e etnici.
L’alimentazione è l’energia vitale del Pianeta necessaria per uno sviluppo sostenibile basato
su un corretto e costante nutrimento del corpo, sul rispetto delle pratiche fondamentali di
vita di ogni essere umano, sulla salute.

La genuinità e la diffusione di prodotti agro-alimentari è innanzi tutto una necessità sociale, oltre a rappresentare un importante valore economico. Centrale è il ruolo del territorio, in quanto la qualità e la genuinità del cibo vanno di pari passo con la tradizione consolidata nelle attività di coltivazione e di allevamento dei popoli e delle comunità locali, frutto d’esperienze millenarie sulle quali oggi si innestano forti innovazioni scientifiche e tecnologiche.
Le istituzioni pubbliche, le imprese private, le associazioni umanitarie, le organizzazioni non governative, le rappresentanze dei consumatori e dei produttori promuovono, lungo l’intera filiera agro-alimentare, lo sviluppo dei sistemi economici e sociali di tutto il Pianeta.


All’Expo in mostra la frontiera della scienza e della tecnologia:
preservare la bio-diversità, rispettare l’ambiente in quanto eco-sistema dell’agricoltura, tutelare la qualità e la sicurezza del cibo, educare alla nutrizione per la salute e il benessere della Persona;
individuare strumenti migliori di controllo e di innovazione, a partire dalle biotecnologie che non rappresentano una minaccia per l’ambiente e la salute, per garantire la disponibilità di cibo nutriente e sano e di acqua potabile e per l’irrigazione;
assicurare nuove fonti alimentari nelle aree del mondo dove l’agricoltura non è sviluppata o è minacciata dalla desertificazione dei terreni e delle foreste, delle siccità e dalle carestie, dall’impoverimento ittico dei fiumi e dei mari.
All’Expo molte opportunità di promozione e di comunicazione:
L’Expo 2015 offrirà una grande opportunità di comunicazione e di promozione alle comunità produttive di base, agli agricoltori, alle imprese alimentari, alla catena della logistica e della distribuzione, al comparto della ristorazione, ai centri di ricerca e alle aziende che intendono:

valorizzare le innovazioni e le tecnologie produttive che generano un prodotto alimentare sano;

operare nella preparazione e conservazione dei cibi, accrescendo le competenze professionali dei loro dirigenti e dei loro dipendenti e migliorando la comunicazione con il consumatore;
garantire la qualità del cibo con appropriati sistemi di tutela e monitoraggio delle contraffazioni e delle adulterazioni.

beppe
Messaggi: 6
Iscritto il: gio 3 apr 2008, 16:04

Re: Milano Expo 2015

Messaggioda beppe » gio 3 apr 2008, 16:06

Più lavoro e turisti per Expo 2015 ma anche rincari per case, bar e ristoranti

beppe
Messaggi: 6
Iscritto il: gio 3 apr 2008, 16:04

Re: Milano Expo 2015

Messaggioda beppe » gio 3 apr 2008, 16:09

... per non parlare dell'effetto traino per tutte le imprese del nord: da Trieste a Torino

agora
Messaggi: 2
Iscritto il: gio 3 apr 2008, 16:16

Re: Milano Expo 2015

Messaggioda agora » gio 3 apr 2008, 16:20

cosa pensate dei punti del progetto Moratti:
a) La Borsa Agroalimentare Telematica, una rete telematica che aprirà un contatto diretto e continuo tra gli agricoltori, le industrie del settore ed i consumatori di tutto il mondo.

b) La Città del Gusto, uno spazio di 90 mila metri quadrati dedicati ad ospitare mercato, esposizioni e laboratori di ricerca e di formazione nell’area dell’agricoltura, alimentazione e nutrizione.

c) L’alleanza con le istituzioni multilaterali, le banche regionali di investimento e le agenzie internazionali, dall’Unione Europea alle Nazioni Unite.

d) Le alleanze tra città e città, creando una rete di scambio e di lavoro comune.

e) L’aiuto diretto agli immigrati nel nostro Paese attraverso strumenti bancari che facilitino e sviluppino il sistema delle rimesse e la trasmissione dei fondi ai Paesi di origine.

f) Il trasferimento delle nostre conoscenze ed esperienze ai Paesi in via di sviluppo, in particolare nel settore del design, del turismo e dell’artigianato.

g) La tutela dell’ambiente, attraverso progetti di difesa della biodiversità, del patrimonio marittimo e forestale, insieme a progetti contro la desertificazione e per la prevenzione delle catastrofi naturali, in particolare per i paesi isolani e rivieraschi.

lucilla
Messaggi: 2
Iscritto il: gio 3 apr 2008, 16:31

Re: Milano Expo 2015

Messaggioda lucilla » gio 3 apr 2008, 16:35

Scusate ma a me sembra che il tutto sia partita con il piede sbagliato.
Abbiamo già perso il simbolo della Torre Expo...in un solo giorno. Niente male come inizio
ciao
L.

kompass
Messaggi: 7
Iscritto il: gio 3 apr 2008, 16:38

Re: Milano Expo 2015

Messaggioda kompass » gio 3 apr 2008, 16:41

La Moratti ha annunciato che il simbolo non sarà la Torre in Fiera e che sono simboli dei secoli passati. Il nuovo simbolo sarà un centro per lo sviluppo sostenibile.
Mah...in tutto il mondo l'architettura diventa simbolo concreto. Speriamo ci ripensino

gerosa
Messaggi: 3
Iscritto il: gio 3 apr 2008, 18:02

Re: Milano Expo 2015

Messaggioda gerosa » gio 3 apr 2008, 18:05

credo che l'idea di una borsa telematica sull'alimenteazione "sostenibile" sia veramente intelligente. Penso alle singergie Borsa italiana e Londra e alla nuoba borsa etica di Londra appena annunciata.
L'importante è non consolidare il dibattito sui dettagli: torre o non torre.


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite