TAPERING: la BCE si prepara al cambiamento. Sempre più vicini ad un rallentamento dell'acquisto di titoli

admin
Site Admin
Messaggi: 27
Iscritto il: lun 10 apr 2017, 9:30

TAPERING: la BCE si prepara al cambiamento. Sempre più vicini ad un rallentamento dell'acquisto di titoli

Messaggioda admin » mer 2 ago 2017, 12:24

Dopo la forte crescita nell’Eurozona a cui si è assistito nel primo semestre del 2017, lo scenario futuro per i mercati appare decisamente favorevole. A fare da contrappeso resiste l’inflazione, moderata ma non in calo. La Banca Centrale Europea (BCE) deve così affrontare la preparazione dei mercati al cambiamento, preannunciando, seppur velatamente, un ridimensionamento degli acquisti mensili dei titoli. Temperato ed equilibrato in tal direzione, è stato anche il presidente Mario Draghi che in occasione del discorso tenuto lo scorso 27 giugno a Sintra, in Portogallo, ha evidenziato il bisogno di apportare correzioni ai parametri futuri perché la politica monetaria possa continuare ad essere incisiva.

Per tali ragioni la BCE sta lavorando ad un annuncio più formale che divulghi l’inizio del tapering per l’anno 2018. Dunque toccherà attendere la riunione del 7 settembre, quando saranno ormai disponibili anche le previsioni macroeconomiche della BCE, per avere maggiori certezze sui passi da compiere che secondo un giudizio prognostico vedranno gli acquisti mensili ridotti di 15-20 mia.
Resta ugualmente ferma la consapevolezza che anche le mosse della BCE dipenderanno dai dati futuri e che dunque un range temporale di sei-nove mesi possa essere ragionevole per concedersi uno spazio di manovra entro cui reagire anche ad eventuali imprevisti. Relativamente ai tassi d’intervento, si prospetta uno scenario invariato per il futuro prossimo mentre una loro correzione potrebbe intervenire non prima della fine del 2018; aumenti relativi al principale tasso di finanziamento sono prospettabile solo per il 2019.

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti