BCE: Nuove previsioni di crescita e inflazione. Grande attesa per la conferenza stampa di domani

admin
Site Admin
Messaggi: 17
Iscritto il: lun 10 apr 2017, 9:30

BCE: Nuove previsioni di crescita e inflazione. Grande attesa per la conferenza stampa di domani

Messaggioda admin » mer 6 set 2017, 16:24

Il Consiglio direttivo della BCE si riunirà domani per discutere della nuova politica monetaria.
Tre le principali questioni su cui si snoderà il discorso del Presidente Draghi:
• Le nuove previsioni di crescita e d’inflazione della BCE
• Orientamenti sul futuro percorso del Quantitative Easing e dei relativi tassi d’interesse
• Considerazioni sul valore attuale dell’euro.
Dall’ultima riunione della BCE emerge uno scenario duplice che vede da un lato l’euro fortemente rafforzato e dall’altro, una crescita economica più sostenuta di quanto gli economisti avessero preventivato.
Sul versante QE e tassi d’interesse si prospetta che la BCE possa mettere a punto un piano dettagliato per ridurre gli acquisti di beni in ottobre. Non è da escludersi tuttavia la possibilità che il presidente Draghi possa segnalare che la Banca Centrale voglia modificare il ritmo degli acquisti degli asset dopo il mese di dicembre.
A fare da contrappeso al generale buon umore circa la politica monetaria da seguire, non si esclude una certa preoccupazione circa l’eventuale sovrastimazione del ribasso dei mercati finanziari, in particolare dei mercati valutari. Si attende pertanto una lenta generale riduzione e che le escursioni relative ai tassi d’interesse saranno altrettanto lunghe da attendere.
L’approccio più efficace per la BCE per ridurre la forza dell’euro evitando sorprese future, potrebbe essere quello di dare un taglio al tasso di deposito cui farebbe seguito l’estensione degli acquisti di asset entro il 2018. Quest’ultima prospettiva è tuttavia di difficile realizzazione, essendo le obbligazioni relative a titoli di stato che la BCE deterrebbe per molti Stati membri, vicine al loro limite di emissione. Un tale scenario vedrebbe gli acquisti della BCE incentrati principalmente su soli 3 o 4 Paesi.
Ultima possibilità per la Banca Centrale, potrebbe essere quella di mantenere un silenzio generale sulla questione senza segnalare specifiche modifiche al programma QE per questo 2017. Diversamente, ciò che si auspica è che un annuncio sulle strategie da adottare non tardi ad arrivare scongiurando una nuova stagione d’incertezza per i mercati finanziari.

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite