finanza e diritto
 
forum legale
 
 
 

Area riservata


E-mail Password

Ha dimenticato la password? clicchi qui
   
 
Pensione e fondi pensione
 

Calcolo pensione - la pensione di anzianità

Si può ottenere prima di aver compiuto l´età prevista per la pensione di vecchiaia.
È necessario però aver maturato i seguenti requisiti:

_35 anni di contributi e 57 anni di età per i lavoratori dipendenti;
_35 anni di contributi e 58 anni di età per i lavoratori autonomi (artigiani, commercianti e coltivatori diretti).

 
Si può prescindere dall´età, se si ha una maggiore anzianità contributiva.
In tal caso servono:
_almeno 39 anni di contributi per i lavoratori dipendenti;
_almeno 40 anni di contributi per i lavoratori autonomi.

Il requisito della maggiore anzianità contributiva salirà gradualmente, fino ad arrivare a 40 anni nel 2008, anche per i lavoratori dipendenti.

Per avere la pensione di anzianità i lavoratori dipendenti devono dimettersi dal lavoro.
Gli autonomi possono invece continuare la loro attività, senza obbligo di cancellazione dagli elenchi di categoria.
La recente legge di riforma del sistema previdenziale ha introdotto l’incentivo al posticipo della pensione, un particolare beneficio per i lavoratori del settore privato che hanno maturato o matureranno il diritto alla pensione di anzianità entro il 31 dicembre 2007, ma decidono di continuare a lavorare.
Coloro che scelgono di rimanere al lavoro possono rinunciare all’accredito dei contributi ottenendo un aumento esentasse in busta paga pari alla contribuzione previdenziale.
 
I REQUISITI
 
Lavoratori dipendenti, operai e precoci Lavoratori autonomi
57 anni di età e 35 di contributi 58 anni di età e 35 di contributi
 
Lavoratori dipendenti, operai e precoci Lavoratori autonomi
2007
2008
39
40
40 anni di contributi
 
QUANDO SI OTTIENE
 
Una volta in possesso dei requisiti occorre attendere la "finestra d´uscita" che fissa la decorrenza della pensione.
Per i lavoratori dipendenti "le finestre" sono indicate nella tabella che segue:

Se i requisiti sono raggiunti entro il la prima finestra utile è quella del
1° trimestre dell´anno 1° luglio dello stesso anno
2° trimestre dell´anno 1° ottobre dello stesso anno
3° trimestre dell´anno 1° gennaio dell´anno successivo
4° trimestre dell´anno 1° aprile dell´anno successivo
 
Mentre per i lavoratori autonomi "le finestre" utili sono:
 
Se i requisiti sono raggiunti entro il la prima finestra utile è quella del
1° trimestre dell´anno 1° ottobre dello stesso anno
2° trimestre dell´anno 1° gennaio dell´anno successivo
3° trimestre dell´anno 1° aprile dell´anno successivo
4° trimestre dell´anno 1° luglio dell´anno successivo
 
La pensione decorre dall´apertura della finestra, purchè la domanda sia stata presentata prima di quella data.
In caso contrario, decorre dal primo giorno del mese successivo alla presentazione della domanda.
 
LA DOMANDA
 
La domanda di pensione di anzianità  può essere presentata direttamente alla sede Inps o tramite i Patronati, che per legge offrono assistenza gratuita, oppure inviata per posta.
Il modulo è disponibile presso le sedi Inps e sul sito dell’ Istituto www.inps.it, nella sezione “moduli?.
É necessario fornire i seguenti dati, servendosi dei moduli allegati alla domanda:
_l´autocertificazione, in sostituzione del certificato anagrafico di stato di famiglia;
_la dichiarazione di responsabilità attestante la data di cessazione dell´attività lavorativa subordinata;
_il modello per il diritto alle detrazioni d´imposta;
_i modelli reddituali per accertare il diritto all´integrazione al trattamento minimo, alle maggiorazioni sociali di legge, all´assegno per il nucleo familiare o agli assegni familiari;
_i modelli CUD rilasciati dal datore di lavoro, per gli anni non presenti sull´estratto conto assicurativo;
_le attestazioni di pagamento, relative all´ultimo anno, se l´ultima attività si riferisce a lavoro autonomo, a lavoro domestico o a versamenti volontari;
 
IL PAGAMENTO
 
La pensione può essere riscossa presso un ufficio postale o una banca di qualsiasi provincia, anche diversa da quella di residenza:
_in contanti allo sportello;
_con accredito su conto corrente postale (compilazione modulo ACCR.02) o bancario (compilazione modulo ACR.01). I moduli sono disponibili presso le sedi Inps e sul sito dell’Istituto www.inps.it, nella sezione "moduli".
_con accredito sul libretto di risparmio nominativo;
_con assegno circolare che viene spedito a casa.
 
(Fonte: INPS)

L'ARTICOLO E' STATO UTILE? PARLANE NEL FORUM DI FINANZA E DIRITTO >>>

   
"Family Office" è la prima rivista a carattere scientifico che analizza le sette aree della gestione integrale dei patrimoni...



"Impres@Banca"
La nuova rivista Impres@Banca risulta dalla fusione della rivista “Basilea 2” (la prima rivista italiana su Basilea 2) e la rivista “Ias/Ifrs” (dedicata all´applicazione dei nuovi principi contabili internazionali Ias/Ifrs e ai loro effetti sui bilanci e nella comunicazione finanziaria d´impresa)...

 

 
 
© Editrice Le fonti Srl - 2004-2006 - P.IVA 04496930969 - info@finanzaediritto.it