XTB Morning Analysis

12 Settembre 2012 - Autore: X Trade Brokers Italia


Giornata interlocutoria quella di ieri sui listini mondiali, in attesa dell’importante verdetto che si conoscerà stamane da parte della corte cotituzionale tedesca, che ha visto comunque un ritorno degli acquisti dopo una prima seduta d’ottava piuttosto incerta, tendenza proseguita anche ieri durante la mattinata che tuttavia raggiunti i primi importanti supporti intraday ha visto tornare la positività. Oggi sarà una giornata fondamentale, difatti alle ore 10.00 circa si pronuncerà la corte costituzionale tedesca per definire la costituzionalità del fondo salva stati Esm; si va verso un sì condizionato, ovvero l’accettazione da parte della corte dell’utilizzo di questo fondo, ma con dei vincoli da rispettare. Importante sarà capire quanto stringenti o meno saranno questi vincoli imposti.

Seduta di ieri che dopo un avvio incerto ha visto dalla tarda mattinata un ritorno degli acquisti che ha così definito una chiusura positiva in prossimità dei massimi. La borsa più brillante è risultata Francoforte (+1.34%), a seguire Madrid (+0.93%), Parigi (+0.89%) ed infine Piazza Affari che registra al fixing un rialzo dello 0.84%. Praticamente invariata Londra che termina in leggero calo dello 0.02%. Positiva anche la seduta d’oltreoceano che permette così di recuperare buona parte delle perdite della vigilia: il migliore è il DJ in salita dello 0.52%, bene anche lo S&P500 (+0.31%), infine il Nasdaq (+0.02%) che prosegue in un periodo di minor forza relativa rispetto agli altri indici.

 

Prosegue anche l’ascesa dell’euro soprattutto nei confronti del dollaro americano definendo nuovi massimi di periodo e portandosi in prossimità di area 1.29; attenzione che attualmente la valuta europea si è portata a contatto con una doppia area di resistenza posta tra 1.2887-1.2900, in caso di raggiungimento potrebbe dare il via alle prime prese di beneficio.

Tornando a Piazza Affari ieri in vetta al nostro listino troviamo il rimbalzo del titolo tecnologico Stm (+3.73%), bene anche il comparto bancario con Ubi e Bper in rialzo rispettivamente del 2.92% e del 2.51%. Giornata positiva anche Per Autogrill (+2.74%) che si riporta così in area 7.5€ e per il titolo assicurativo Generali (+2.36%) che si sta portando a contatto con importanti target rialzisti di medio termine.

In profondo rosso troviamo l’intero comparto del lusso dopo il warning lanciato da Burberry (-20%) relativamente agli utili in diminuzione del settore: ne risentono ovviamente pesantemente i titoli del nostro paniere, la peggiore è Ferragamo che cede al fixing il 5.25%, titolo che già alla vigilia era giunto a contatto con livelli ultimi della tendenza rialzista, Tod’s (-3.41%) e Luxottica (-1.86%). Negativa la giornata anche per Ansaldo (-1.57%) che perde così area 6€ ed Exor (-1.37%).

Per la giornata odierna da seguire con massima attenzione l’esito da parte della corte costituzionale tedesca che si pronuncerà sull’utilizzo del fondo salva stati alle ore 10.00 circa. Dal punto di vista macroeconomico da monitorare sempre in mattinata i risultati della produzione industriale italiana ed europea, previsti entrambi in leggera salita rispetto all’ultima rilevazione. A Wall Street verrà pubblicato l’indice settimanale relativo alle richieste di mutui ipotecari e il dato sui prezzi alle importazioni, previsti in salita all’1.4%. Da segnalare inoltre le elezioni in Olonda che si terranno oggi. A Piazza Affari da seguire sarà anche l’esito delle aste dei titoli di stato con scadenza a 3 e 12 mesi per un ammontare complessivo di 12 miliardi di euro.

 

Marco Dall’Ava

marco.dallava@xtb.it

XTB Italia

X- Trade Brokers Dom Maklerski non è responsabile di eventuali decisioni di investimento che vengono prese sotto l'influenza delle informazioni ricevuta tramite questa email. Nessuna delle informazioni presenti  può essere considerata come una raccomandazione, promessa o garanzia che l'investitore otterrà un profitto o minimizzare i rischi tramite l'utilizzo di informazioni presenti o come un invito ad investire su strumenti finanziari di cui non si ha una conoscenza appropriata.
Le transazioni in CFD sono ad alto rischio e possono causare perdite superiori l'investimento iniziale. Negoziare con le opzioni e contratti a termine richiede conoscenza degli strumenti finanziari e senso di responsabilità.




            

Altri articoli scritti da X Trade Brokers Italia

Ultimi commenti degli utenti

Nessun commento













Powered by Share Trading
Everlasting

activtrades